Armi per l’Africa

39

ZIMBABWE – Harare 26/08/2013. Nei prossimi dieci anni i Paesi africani avranno arsenali militari aggiornati e moderni.

Lo riporta una inchiesta di Defense News. Gli aggiornamenti degli arsenali saranno effettuati alla luce della crescente necessità di combattere il terrorismo e il terrorismo islamico. Si prevede, infatti, che nei prossimi dieci anni, la spesa africana per l’acquisto di armi e attrezzature militari supererà i 20 miliardi di dollari. Secondo l’analista militare dello Zimbabwe, colonnello Joseph Sibanda, alcune aziende europee e americane hanno già iniziato a prepararsi per la produzione in massa di forniture militari in Africa. In particolare, la società Colt Defense, nell’agosto 2013, ha firmato un accordo con la società africana Truvelo Armory South sulla produzione di armi di piccolo calibro marchio Colt per la polizia regionale e le forze armate.

Un accordo analogo è stato firmato dalla società sudafricana Denel con la svizzera B & T. La società dal Sud Africa produrrà armi svizzere per il mercato africano: dalle pistole, alle mitragliatrici calibro 9 millimetri ai lanciagranate da 40 millimetri per la polizia e le forze armate nella regione africana. Inoltre, Denel offrirà armi a disegno B & T per l’esportazione al di fuori dell’Africa.

In generale, fino ad oggi, le aziende della difesa africana hanno stipulato accordi per la produzione su licenza, la cooperazione e lo sviluppo congiunto con diverse grandi aziende di Svizzera, Stati Uniti, Russia, Brasile, Malesia e Francia. Il più grande operatore nel mercato finora è il Sud Africa e  più grandi fornitori di attrezzature militari alla regione oggi sono Cina e Russia, ma nei prossimi anni sul mercato delle armi globale si affacceranno aziende dell’Africa orientale, occidentale e nord africane. Finora, il livello di spesa per le armi e attrezzature militari africane è stato basso, a causa di scarsità di fondi pubblici.vPer questo motivo si era preferito aggiornare gli armamenti solo come ultima risorsa, quando il loro impiego non era più possibile.