AFGHANISTAN, Kabul arruola al volo 1.500 uomini per proteggere la base di Bagram

49

L’esercito afgano ha lanciato una campagna di reclutamento per proteggere il campo d’aviazione di Bagram mentre le truppe della coalizione si preparano a lasciare la base nelle prossime settimane. Il tenente colonnello Atiqullah Tarin, un reclutatore per l’esercito afgano nella provincia che ospita Bagram – la più grande base degli Stati Uniti nel paese – ha detto che gli era stato ordinato la scorsa settimana di arruolare circa 1.500 nuovi soldati entro il prossimo mese.

Come riporta Star and Stripes, La spinta arriva dopo un’accelerazione delle chiusure di basi da maggio, l’inizio ufficiale del ritiro degli Stati Uniti e della Nato dall’Afghanistan. Il ritiro dovrebbe terminare l’11 settembre, ma la maggior parte delle truppe straniere dovrebbe lasciare il paese con largo anticipo. Prima del 1° maggio, c’erano 2.500-3.500 soldati statunitensi nel paese e circa 7.000 dagli alleati della Nato e altri membri della coalizione.

Le forze statunitensi e della Nato dovrebbero consegnare il campo d’aviazione di Bagram all’esercito afgano in circa 20 giorni, o entro la fine di questo mese, secondo il governatore del distretto Lalasherin Darwish Raufi. Ai funzionari locali è stato anche detto di aiutare i militari a trovare reclute per difendere Bagram.

La transizione della base all’esercito afgano è in corso, ha detto Fazludin Ayar, governatore della provincia di Parwan. Il portavoce del Pentagono John Kirby ha detto la settimana scorsa a Washington che era “leggermente in anticipo” sul suo programma di ritiro, con più di un terzo completato.

Alcuni residenti hanno detto di temere che se i talebani salgono al potere dopo la partenza degli Stati Uniti e della Nato, ci saranno problemi per le persone che hanno lavorato con le truppe straniere a Bagram. La zona ha avuto un bombardamento non rivendicato che ha ucciso tre passeggeri su un autobus che trasportava insegnanti due settimane fa.

Una guarnigione di 1.500 soldati dovrebbe essere sufficiente per aiutare a garantire la base dopo la partenza degli Stati Uniti e della Nato, ha detto il reclutatore Tarin. Gli ufficiali verranno da altri reparti dell’esercito afgano. Tarin ha detto che i 1.500 soldati dovrebbero molto probabilmente solo presidiare la base e non muoversi per le operazioni.

Circa 19.000 uomini sono morti negli ultimi due anni, ha detto il governo afgano; l’esercito afgano mira a reclutare 47.000 uomini ogni anno, secondo l’ultimo rapporto dell’Ispettore generale speciale per la ricostruzione dell’Afghanistan.

Luigi Medici