Ambasciata aperta ai bambini

104

ITALIA – Roma. 01/06/14. In occasione della festa dell’infanzia in Kazakhstan, in Italia, l’ambasciata incontra i bambini adottati in Italia. Fonte Ambasciata del kazakhstan. 

L’adozione internazionale in Kazakistan è consentito a partire dal 1999. Da allora ad oggi quasi 9.000 orfani sono stati adottati dagli stranieri. Per lo più i bambini kazaky sono adottati da famiglie provenienti dagli Stati Uniti, Spagna, Belgio, Canada, Francia, Germania e Italia. Nel 2010, il Parlamento del Kazakistan ha ratificato la Convenzione dell’Aia sulla protezione dei minori, che stabilisce le norme fondamentali per la protezione dei diritti dei bambini e stabilisce il quadro giuridico per la cooperazione tra Stati membri in materia di adozione. Inoltre, nel corso dei prossimi due anni, il Comitato ha istituito un quadro normativo nazionale che deve soddisfare gli standard internazionali. I bambini che sono cittadini della Repubblica del Kazakistan possono essere adottate dagli stranieri solo nei casi in cui l’adozione da parte dei cittadini del Kazakhstan non è possibile. Il Kazakistan ha accreditato 37 organismi stranieri che sono legati all’adozione dei bambini. L’Italia è tra i paesi con il maggior numero di bambini adottati dal Kazakistan . Ci sono quattro agenzie che si occupano di adozione di bambini kazaki. «Cuore Onlus» , «C.I.F.A Onlus» ; «Che I’Associazione Lo Scoiattolo ONLUS» ; «Nuova Associazione Di genitori Insieme per L’ Adozione ( NADIA ONLUS )». Dal 2005 al 2014, 134 bambini sono stati adottati dal Kazakistan da cittadini italiani. Ogni anno l’Ambasciata del Kazakistan organizza due eventi festivi prima del Capodanno e il 1 ° giugno. Lo scopo di questi incontri è quello di mantenere le radici culturali dei bambini adottati, la loro conoscenza della lingua e il paese di origine. Per i bambini è un’altra occasione per fare conoscenza con la loro patria il Kazakistan, il suo passato e presente, la sua cultura e le tradizioni.