Accordo Nokia e EAU per il controllo dei droni

183

di Graziella Giangiulio EMIRATI ARABI UNITI – Dubai, 23711/2016. La Nokia e l’Autorità generale dell’aviazione civile degli Eau (Gcaa) hanno dato vita a una collaborazione per guidare lo sviluppo di un sistema che consenta il funzionamento di droni di aziende ed enti pubblici in un ambiente sicuro, protetto e gestito.
Secondo quanto riporta Arabian Business, al centro del nuovo sistema ci sarà il Uav Traffic Management (Utm) di Nokia, sviluppato per gestire droni nella ed intorno alla città.
Il sistema Utm Nokia fornirà funzionalità come i permessi di volo autonomo, il controllo delle no-fly zone e quello Beyond-visual-line-of-sight (Bvlos), che sono fondamentali per il funzionamento sicuro di Uav in aree urbane densamente popolate.
L’uso crescente di droni per scopi commerciali e per il tempo libero a livello globale ha portato ad un aumento del numero di incidenti, sfiorati o reali, con aeromobili e di violazioni delle no-fly zone, creando la necessità di una migliore regolamentazione e controllo.
Occorre ricordare che a Dubai, le operazioni aeroportuali sono state fermate per un’ora, il 29 ottobre, ritardando 40 voli: la terza volta in quattro mesi a causa dei droni.
Nokia ha detto che il suo Utm sarà in grado di monitorare i percorsi dello spazio aereo e di volo, e condividere i dati tra Uav, operatori e controllori del traffico aereo e stabilire no-fly zone che possono essere continuamente aggiornate con gli ultimi dati.
Questo accordo integra una recente iniziativa di Nokia per stabilire e sviluppare un impianto simile all’aeroporto di Twente nei Paesi Bassi.