Abu Dhabi ad Astana

53

EMIRATI ARABI UNITI – Abu Dhabi 17/6/13. Aldar Properties, il più grande gruppo immobiliare di Abu Dhabi, si è aggiudicato un contratto del valore di quasi 4 miliardi di dirham in Kazakistan con una joint venture guidata da Arabtec.

In un comunicato congiunto uscito il 17 giugno, le due società hanno detto che il contratto di Aldar è per lo sviluppo della Abu Dhabi Plaza di Astana, 500mila metri quadrati di sviluppo ad uso misto che comprende cinque torri, la più alta delle quali misurerà 320 metri. Ad aggiudicarsi l’appalto, Aldar EuroAsia, controllata Aldar, 

Il titolo Aldar sul Abu Dhabi Securities Exchange ha chiuso a + 2,14 per cento, mentre le azioni di Arabtec sono aumentate del 3,12 per cento sul Mercato Finanziario di Dubai.

Il piano di sviluppo in Kazakistan conterrà 566 appartamenti residenziali di lusso, 107mila metri quadrati di uffici commerciali, un albergo a cinque stelle con l’aggiunta di appartamenti, 50mila metri quadrati di sviluppo e quattro parcheggi interrati con lo spazio per più di 4.000 veicoli.

Il portafoglio immobiliare diversificato di Aldar comprende i principali sviluppi immobiliari all’interno di Abu Dhabi, incluse Yas Island, Al Raha Beach, World Trade Centre di Abu Dhabi e Al Falah. La società possiede anche una banca diffusa in tutto il emirato.

Nel mese di aprile 2013, Aldar ha detto di aver avuto nel primo trimestre un utile netto di 154.3 milioni di dirham, in calo rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente, mentre il fatturato è sceso a 1.62 miliardi di dirham dai 3.59 miliardi del 2012.

Arabtec ha riportato un utile netto di 99.7 milioni di dirham per il primo trimestre del 2013 e ha registrato un + 20 per cento di aumento nel primo trimestre con ricavi pari a1.55 miliardi di dirham, dovuti in gran parte alla performance in Arabia Saudita e Qatar.