ZIMBABWE. Mugabe per ora resta presidente

95

La Corte costituzionale dello Zimbabwe ha respinto una causa contro il presidente Robert Mugabe presentata da un attivista che aveva accusato il leader africano di aver violato la costituzione del paese durante le proteste  dello scorso anno.

Era la prima volta che un privato cittadino chiedeva ai giudici di decidere se le azioni del novantaduenne, Mugabe, il leader più vecchio del mondo, avessero violato la costituzione.

Mugabe, che ha governato l’ex colonia britannica dopo l’indipendenza nel 1980, l’anno scorso ha affrontato le più grandi proteste anti-governative da un decennio. Le forze di sicurezza hanno risposto con gas lacrimogeni e acqua.

L’attivista politico Promise Mkwananzi, il cui gruppo #Tajamuka aveva preparato le manifestazioni, ha detto nella sua denuncia che la risposta e i discorsi in seguito alle proteste di Mugabe hanno «minato la sicurezza nazionale e minacciato i cittadini».

In un incontro con i veterani, dopo una delle proteste, Mugabe aveva detto che la decisione dello Zanu-Pf di punire i disertori durante la guerra di liberazione tenendoli «sottoterra come topi, nei bunker» fosse una minaccia per i leader della protesta.

Mkwananzi aveva poi aggiunto che il controllo di Mugabe ha sulla polizia e sull’esercito, è contro la costituzione.

Ma la Corte costituzionale ha respinto il caso, dicendo che Mkwananzi non ha seguito la procedura corretta nel fare la sua richiesta e l’avvocato dell’attivista politico ha accettato la decisione.

«Stiamo per ripresentare la denuncia entro 30 giorni secondo i termini di costituzione, correggendo i tecnicismi. Noi non ci arrendiamo», ha detto Mkwananzi.

«La denuncia in tribunale non è l’unica strada che noi, come #Tajamuka saremo prendendo. È parte integrante di una strategia multi-livello di pressioni su questo governo per far rispettare la costituzione e rendere conto al popolo», ha poi detto.

Secondo le leggi dello Zimbabwe, se il giudice superiore rileva che un presidente in carica ha violato la Costituzione, si può ordinare al Parlamento di avviare un’indagine che potrebbe portare ad un impeachment. Mugabe è candidato alle elezioni del 2018.

Luigi Medici