Lusaka ha “fame di soldi”

52

ZAMBIA – Lusaka 11/10/2014. Lo Zambia ha bisogno di soldi, e il settore minerario potrebbe di fatto essere il primo obiettivo per mettere in sesto il bilancio 2015, avverte il Lusaka Post.

Lusaka deve ridurre il deficit di bilancio; Fitch prevede per il 2014 un debito pari al 5,8 per cento del prodotto interno lordo, e ha bisogno anche di stimolare la crescita e creare posti di lavoro. Il deficit sarà più difficile da controllare nel 2016, quando sono previste le elezioni, riporta Renaissance Capital. Alexander
Chikwanda (a destra), ministro zambiano delle Finanze, sta valutando l’abbattimento delle imposte sul reddito per il settore minerario e l’aumento della pressione sulle royalty; allo stesso tempo, l’Autorità delle entrate dello Zambia ha avuto più di 600 milioni di dollari di rimborsi fiscali dalle compagnie minerarie dopo aver vinto una serie di cause giudiziali. Le royalty minerarie saliranno all’8 per cento per le miniere sotterranee e al 20 per cento per le operazioni a cielo aperto, riporta il Lusaka Post il 10 ottobre; Chikwanda aveva già raddoppiato il tasso portandolo al 6 per cento nel 2011. I produttori di minerali sono stati ripetutamente accusati di evasione fiscale nel paese, ma le compagnie negano le accuse. La First Quantum Minerals Ltd. e la Barrick Gold Corp. hanno miniere a cielo aperto in Zambia, mentre la Vedanta Resources Plc (Ved) e la Glencore Plc hanno impianti sotterranei. Lo Zambia è stato detronizzato dalla Repubblica democratica del Congo come più grande produttore di rame al mondo. Il Kwacha, la valuta ufficiale dello Zambia, è stato il peggior performer dell’Africa nel 2014 dopo il Cedi ghanese tra le 24 valute africane monitorate da Bloomberg, con un crollo del 12 per cento nei confronti del dollaro. Il ministro Chikwanda, inoltre, intende congelare gli stipendi dei dipendenti pubblici neo 2015, riporta il Lusaka Post, il 9 ottobre: dovrebbe annunciare una spesa di 46 miliardi di kwacha (7,3 miliardi di dollari); un aumento del 7,7 per cento sui 42,7 miliardi di kwacha annunciati per il 2014. Per aumentare le entrate, il governo venderà il 27 per cento delle azioni in suo possesso in Zccm Investments, attraverso cui possiede partecipazioni di minoranza nelle miniere. Zccm Investments, per l’87 per cento del governo, ha un valore di mercato di circa 763 milioni di dollari alla Borsa di Lusaka e la società sta valutandone la quotazione a Londra.