ZAMBIA. Prorogato lo stato di emergenza

139

Il parlamento dello Zambia ha esteso lo stato di emergenza di tre mesi, ha dichiarato l’ufficio di presidenza, dopo l’aumento delle tensioni seguite all’arresto del principale leader dell’opposizione.

Secondo quanto riporta il sito sudafricano Defence Web, il paese, secondo produttore di rame dell’Africa, è generalmente considerata come una delle democrazie più stabili del continente, ma ha vissuto un periodo di forte instabilità politica dopo l’arresto ad aprile di Hakainde Hichilema, che aveva perso le elezioni dello scorso anno contro Edgar Lungu.

Lungu ha invocato i poteri di emergenza la settimana scorsa per affrontare i continui atti di sabotaggio fatti dagli oppositori politici dopo che è andato a fuoco il più grande mercato del paese. L’11 luglio, i legislatori zambiani hanno votato per estendere lo stato di emergenza per altri 90 giorni così da dare alle forze di sicurezza “misure avanzate” per frenare «i casi in aumento di incendi politicamente motivati e gli atti di vandalismo contro vitali linee di alimentazione». Le misure sono state ritenute necessarie dal governo per ripristinare l’ordine pubblico; le libertà civili come la libera circolazione non sono state sospese e le imprese potranno operare come normalmente. La scorsa settimana, Lungu ha imposto la legge di emergenza proprio nel giorno dell’incendio che ha distrutto parte del mercato della capitale Lusaka.

Nessuno è stato ucciso o ferito dall’incendio, che per il presidente deve essere considerato «un atto di sabotaggio economico e aveva lo scopo di rendere il paese non governabile. La polizia ha detto che gruppi di oppositori avevano progettato di sabotare le installazioni infrastrutturali come ponti e centrali elettriche. Hichilema, leader del Partito Unito per lo Sviluppo Nazionale, è stato arrestato ad aprile a casa sua e accusato di aver tentato di rovesciare il governo. Economista e uomo d’affari ampiamente conosciuto grazie alle sue iniziali “HH”, Hichilema era stato sconfitto lo scorso agosto da Lungu in un’elezione che il leader politico dell’opposizione ha denunciato come fraudolenta, ma tutti suoi tentativi di fare ricorso sono sempre falliti.

Lucia Giannini