Yuan vs Dollaro: Pechino tiene

54

di Graziella Giangiulio  CINA – Pechino 21/10/2016. La perdita di valore della moneta cinese nei confronti del dollaro statunitense nelle ultime settimane è dovuto principalmente ad un rafforzamento del dollaro e non a un indebolimento della valuta cinese.
Stando a quanto riporta Xinhua, non vi è alcuna preoccupazione nelle autorità cinesi che lo yuan possa precipitare in una spirale svalutata, data la tenuta dei fondamenti dell’economia cinese. In previsione del rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve a dicembre, l’indice del dollaro è recentemente salito al suo livello più alto dal mese di marzo; in un tale contesto, tutte le altre principali valute sono “precipitate” e tra di esse c’è lo yuan cinese.

Secondo l’agenzia di stampa statale cinese, mentre il tasso di cambio del Rmb contro il dollaro ha raggiunto il livello più basso in sei anni, sta guadagnando valore rispetto alle altre valute.

Secondo un rapporto Bloomberg del 17 ottobre, lo yuan ha perso lo 0,8 per cento contro il dollaro Usa la scorsa settimana, ma è aumentato dello 0,6 per cento contro un paniere di valute nel corso dello stesso periodo, registrando il suo più grande rafforzamento in tre mesi.

La valuta cinese ha in passato vissuto un lungo periodo di tassi di cambio stabili e la riforma imposta da Pechino di orientare al mercato il suo meccanismo di cambio farà registrare una maggiore volatilità per lo yuan.

Il recente deprezzamento del Rmb contro il dollaro ha un impatto minimo sul mercato interno cinese e grazie alla forte capacità di macro-regolazione della banca centrale cinese, le autorità di Pechino ritengono improbabile che la moneta cinese resti vittima di  una svalutazione disordinata.

Gli analisti di Pechino ritengono che, anche se il Rmb resterà ancora in una posizione più debole rispetto al dollaro nelle prossime settimane, c’è spazio per assorbire le perdite, anche se si tratta di uno spazio limitato.

La Cina ha infatti mantenuto un surplus finanziario consistente e ha anche un enorme riserva in valuta, il suo sistema finanziario è ancorata rispetto a molte altre economie mondiali; tutto questo rende una svalutazione a lungo termine dello yuan, uno scenario improbabile.