Dimissioni del governatore di Sanaa

40

YEMEN-Sanaa. 20/10/14. Mentre sui social network impazzano le foto di piccoli gruppi yemeniti di al-qaeda nella penisola araba che giurano fedeltà al Califfato. Gli Houti continuano la rivolta contro il governo centrale.

Di oggi la notizia che il governatore di Sanaa, Abdul Ghani Jamil ha dato le dimissioni per via del deterioramento della situazione della sicurezza e delle possibili conseguenze. .
Le dimissioni sono arrivate ieri sul tavolo del presidente yemenita Abed Rabbo Mansour Hadi,fonte nell’ufficio del governatore. La fonte ha detto, preferendo l’anonimato, che «il governatore Abdul Ghani Jamil ha dato le dimissioni per il deterioramento della situazione della sicurezza», in riferimento agli uomini armati che hanno preso d’assalto gli Houthi, Sabato, nel palazzo del governatorato di Sanaa e hanno assediato la sua casa. La fonte ha sottolineato che «tra gli uomini armati che hanno preso d’assalto l’edificio, vi erano elementi del vecchio regime». Uomini armati del gruppo “Ansar Allah” (Al-Houthi), hanno fatto irruzione sabato sera, negli edifici provincia di Sanaa, e circondato la casa del governatore è nella capitale yemenita, secondo i testimoni. Funzionari yemeniti hanno accusato le capitali dell’Iran araba e occidentale di sostenere gli Houthis con il denaro e le armi, nell’ambito della lotta per l’influenza nella regione tra l’Iran e l’Arabia Saudita, con lo Yemen che rifiuta di collaborare con Teheran.