Puzzle Yemen

46

YEMEN – Aden. 22/04/15. Mentre l’Arabia Saudita annuncia lo stop dei bombardamenti sullo Yemen, in rete girano i video degli Houthi che ridono di fronte a tale dichiarazione. L’Iran ha annunciato la vittoria degli Houthi sciiti nel Paese.

Dal suo account twitter Dahi Khalfan Tamim, Vice Presidente della polizia di Dubai afferma che ora in Yemen rimangono solo pugnali e vecchi Kalashnikov.

Si può dunque cominciare a parlare e ad aprire un tavolo di trattative. Hadi, presidente in fuga dall’assalto Houti ai palazzi presidenziali, via social ha riferito che Sanaa sta spettando il suo rientro. La situazione dunque è ancora molto delicata. Inoltre al-Qaeda nello Yemen e ISIS sono pronte a combattere gli Houti. Sembra che a ovest di Sumatra vi sarebbero cellule di al-Qaeda nello yemen pronte a intervenire. 

A complicare la situazione la decisione del Comitato Supremo Rivoluzionario via comunicato stampa che non ha in mente di pagare gli stipendi, in quanto non ha ricevuto la richiesta di effettuare i pagamenti da parte delle autorità. Fonte Yemen Now. IL Comitato Supremo Rivoluzionario ha annunciato che ha iniziato il processo di preparazione per un ampio rilievo nelle province del sud, attraverso un piano che prevede il soccorso dei cittadini in quelle province con interventi sussidiari di prodotti alimentari di farina, riso, oli alimentari, attraverso la supervisione e la collaborazione delle amministrazioni locali nelle province e distretti. 

Questo lavoro richiederà un po’ di tempo e riguarda tutta la nazione. «Dobbiamo però evitare che questi beni finiscano in mani sbagliate. […] Dobbiamo pensare agli interessi vitali dei cittadini, nonché deliberatamente alla lotta». Il Comitato Rivoluzionario Supremo ha sottolineato che questo passo è il primo passo sarà seguita da misure analoghe e rilievi simili nelle stesse province e il resto delle province yemenite colpite dalla brutale aggressione saudita e assedio dell’oppressore.