YEMEN. Aden città infestata da COVID-19

51

Le autorità yemenite hanno dichiarato Aden, sede provvisoria del governo appoggiato dai sauditi, una città “infestata” l’11 maggio dopo che il numero di casi di coronavirus è salito e gli scontri tra separatisti e forze governative sono scoppiati in altre parti del sud. La guerra durata cinque anni ha distrutto il sistema sanitario dello Yemen, ha spinto milioni di persone sull’orlo della carestia e ha diviso il Paese tra il governo riconosciuto a livello internazionale e il gruppo Houthi che lo ha estromesso dal potere nella capitale, Sanaa, alla fine del 2014.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, riporta Reuters, dice che è presente l’epidemia da coronavirus nello Yemen, con la malattia che si sta diffondendo senza essere rilevata tra una popolazione con alcuni dei più bassi livelli di immunità alle malattie rispetto ad altri stati. Il livello dei test è inadeguato, e l’Oms ha chiesto alle autorità locali di riferire in modo trasparente i casi confermati.

Il comitato nazionale di Aden ha annunciato il 10 maggio 17 nuovi casi di Covid-19, 10 dei quali nella città portuale, per aumentare il numero totale delle aree sotto il controllo del governo saudita a 51 con otto decessi. Il movimento iraniano Houthi, che controlla Sanaa e la maggior parte dei grandi centri urbani, ha segnalato due casi, con un solo decesso. Il governo di Aden ha accusato le autorità di Houthi di aver coperto l’epidemia a Sanaa, accusa negata.

La commissione ha affermato che Aden è stata dichiarata “città infestata” a causa della diffusione del coronavirus e di altre malattie già diffuse nel paese dopo le recenti inondazioni. Ha detto che il movimento da Aden verso altre regioni è stato bloccato, tranne che per il trasporto di merci. «La situazione amministrativa e politica di Aden sta ostacolando gli sforzi per combattere il coronavirus e questo dovrebbe essere rimediato in modo che le entità rilevanti possano svolgere i loro compiti», ha detto la commissione sul suo account Twitter.

Il 25 aprile il Consiglio di transizione del Sud separatista ha dichiarato l’autogoverno ad Aden e in altre regioni meridionali, minacciando di riaprire il conflitto con il governo appoggiato dai sauditi nella multiforme guerra dello Yemen. Le Nazioni Unite cercano di tenere colloqui virtuali per concordare una tregua permanente, coordinare gli sforzi per il coronavirus e riavviare i colloqui di pace.

Graziella Giangiulio