YEMEN. Abu Dhabi come l’ARAMCO. Gli Houthi minacciano gli Emirati

121

Il movimento yemenita Houthi Ansarullah ha avvertito gli Emirati Arabi Uniti di lasciare il paese o subirà «attacchi paralizzanti» sul «suo stesso suolo». Abdul Wahab al-Mahbashi, membro del Consiglio politico supremo di Ansarullah, ha avvertito gli Emirati Arabi Uniti che le forze yemenite sferreranno attacchi distruttivi contro il paese del Golfo Persico se continuerà a partecipare alla guerra contro lo Yemen.

Stando a quanto riporta Press Tv, Mohammed al-Bukhaiti, altro membro del Consiglio politico supremo, ha chiesto agli Emirati Arabi Uniti di «smettere di aumentare le tensioni», osservando che «l’opportunità data ad Abu Dhabi ha un tempo limitato». Al-Bukhaiti ha esortato le forze emiratine a ritirarsi dalla «costa occidentale del Paese e dalle sue province meridionali». Ha aggiunto che gli Emirati Arabi Uniti stanno cercando di acquisire influenza nella provincia di Tai’zz.

«Mercenari emiratini sono partiti per Tai’zz dalla base A’sab in Eritrea nel tentativo di ottenere successi militari dopo il completamento del loro addestramento», ha detto Al-Bukhaiti, secondo cui qualsiasi escalation delle forze nemiche riceverà una risposta “ampia” da parte dello Yemen, aggiungendo che l’uso di navi non militari e porti da parte del nemico mette in pericolo la sicurezza marittima.

Le pesanti minacce yemenite agli Emirati Arabi Uniti arrivano quasi due settimane dopo che la resistenza yemenita ha rivendicato l’attacco all’industria petrolifera dell’Arabia Saudita, infliggendo danni sostanziali agli impianti Aramco di Khurais e Abqaiq. Il raid ha bloccato circa il 50% della produzione di greggio e di gas del Regno saudita, tagliando la fornitura di greggio del gigante petrolifero statale di circa 5,7 milioni di barili al giorno pari al cinque per cento dell’offerta mondiale di petrolio; nel contempo, ha portato alla ribalta mondale la guerra nello Yemen che dura da 4 anni.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno già annunciato il graduale ritiro delle loro truppe dal conflitto, perché Abu Dhabi ritiene che la guerra sembra essere diventato un conflitto «non vincibile», secondo i rapporti statunitensi. Gli Emirati Arabi Uniti sembrano più interessati a rafforzare la loro presa sullo Yemen meridionale che a raggiungere l’obiettivo saudita di installare un governo filosaudita a Sana’a.

Graziella Giangiulio