VIETNAM. Si riaccende lo scontro con Pechino

67

Una gigantesca nave gru cinese è stata segnalata a 90 km dalla costa vietnamita, in un’area rivendicata da Hanoi come zona economica esclusiva, alimentando il rischio di ulteriori scontri marittimi tra i due paesi.

La Lan Jing, considerata una delle più grandi navi gru del mondo, ha lasciato la città costiera di Zhanjiang, nella provincia di Guangdong, nel sud della Cina, all’inizio del mese scorso. È arrivata al largo di Quang Ngai, una provincia del Vietnam nel sud della costa centrale del Vietnam nella notte del 3 settembre, secondo Marine Traffic, un sito web che segue i movimenti delle navi. La presenza della nave così vicino al litorale vietnamita potrebbe innescare reazioni di Hanoi per la presenza della Cina nel Mar cinese meridionale al centro di uno scontro tra i due stati. 

Le navi di entrambi i paesi si stanno fronteggiando da quando una nave cinese per le prospezioni, Haiyang Dizhi 8, è arrivata vicino alla barriera corallina controllata dal Vietnam nelle isole Spratly a luglio. La presenza dell’Haiyang Dizhi 8 è stata vista come un tentativo di Pechino di ostacolare l’esplorazione di petrolio e gas in Vietnam, che viene effettuata in collaborazione con la compagnia petrolifera russa Rosneft, riporta Scmp.

La Lan Jing appartiene alla China National Offshore Oil Corporation, Cnooc, di proprietà statale, e naviga sotto la bandiera di Hong Kong. La nave è dotata di una gru di 7.500 tonnellate di portata, una gru aggiuntiva di 4.000 tonnellate e un gancio ausiliario da 1.600 tonnellate. È stato impiegato in diversi progetti di installazione di grandi piattaforme petrolifere e di altre strutture offshore nel Mar Cinese Meridionale.

Il Mar Cinese Meridionale, ricco di risorse, è uno dei punti di contatto più pericolosi della regione. La Cina rivendica la maggior parte delle sue acque, ma ciò è contestato dai paesi vicini, con Vietnam, Filippine, Malesia e Brunei che hanno tutti le proprie rivendicazioni sovrapposte.

Gli Stati Uniti e 10 nazioni del sud-est asiatico hanno dato il via alle loro prime esercitazioni navali marittime congiunte, che si svolgeranno nel contestato Mar Cinese Meridionale, cinque giorni dopo che il cacciatorpediniere lanciamissili Uss Wayne E Meyer ha navigato entro le 12 miglia nautiche da Fiery Cross e Mischief reefs, le due isole artificiali più grandi della Cina nelle contestate Spratlys.

Graziella Giangiulio