Eliminato il premier del Vietnam

15

VIETNAM – Hanoi 26/01/2016. Il Partito comunista del Vietnam ha accettato le dimissioni del primo ministro Nguyen Tan Dung dal comitato centrale.

È un fatto che lo mette fuori dalla corsa per la leadership del paese, riporta l’agenzia VNExpress il 26 gennaio.
Dung (nella foto), che ha per due mandati è stato primo Ministro stava cercando di diventare il segretario generale del partito, che al momento resterà nelle mani del filo cinese Nguyen Phu Trong. La decisione finale sarà ufficializzata al termine del congresso del partito, che si tiene ogni cinque anni, e che deve scegliere i nuovi dirigenti e decidere la strategia politica ed economica del paese. Il comitato centrale del partito si conclluderà il 28 ma i delegati hanno già accettato le dimissioni di Dung dal comitato centrale in una votazione segreto la notte del 25 gennaio. Dung aveva presentato le sue dimissioni la scorsa settimana, ma aveva cercato di evitarle sfruttando un complesso sistema di voto, secondo VNExpress.
L’esclusione dal comitato centrale, composto da 200 membri, mette Dung fuori dalla corsa per un posto nel Politburo, che, oltre alla leadership del partito, include primo ministro, presidente e il presidente dell’assemblea Nazionale. Questo voto ha posto termine alla lotta di potere a lungo in piedi tra Dung e Trong, che probabilmente sarà rieletto come segretario generale, nonostante il superamento del limite di età.