Aiuti giapponesi al Vietnam

19

GIAPPONE – Tokyo 17/09/2015. Vietnam e Giappone stanno discutendo come promuovere le loro relazioni bilaterali e hanno firmato sei accordi di cooperazione durante la visita a Tokyo del segretario generale del Partito comunista del Vietnam Nguyen Phu Trong.

Secondo la Vietnam News Agency, la visita di 4 giorni di Phu Trong ha lo scopo di rafforzare le relazioni tra i due paesi: il Vietnam considera il Giappone un partner importante, mentre Tokyo apprezza le posizioni di Hanoi in sua politica estera nella regione Asia-Pacifico. Il Giappone, quindi, continuerà a sostenere il Vietnam nel raggiungimento di uno sviluppo economico sostenibile, attraverso l’erogazione di circa 100 miliardi di yen da impiegare nel settore infrastrutturale, comprese le infrastrutture portuali e stradali tra il nord e i sud del paese. Il governo giapponese intende poi collaborare con il Vietnam in altri progetti di sviluppo infrastrutturale, tra cui quello per l’aeroporto internazionale di Long Thanh nella provincia meridionale di Dong Nai; in progetti nel settore energetico, tra cui la costruzione della centrale nucleare di Ninh Thuan 2 nella provincia centro-meridionale di Ninh Thuan; e nello sviluppo di parchi industriali specializzati ad Hai Phong City nel nord della regione omonima e in quella di Ba Ria-Vung Tau.
Le due parti hanno convenuto di aprire il mercato vietnamita alle mele giapponesi e garantire l’accesso al mercato giapponese del mango vietnamita a partire dal 17 settembre. Per i cittadini di entrambi i paesi, Abe ha detto che il Giappone ha deciso di prolungare la durata del visto commerciale vietnamita di 10 anni. Il premier nipponico giapponese e il Segretario generale vietnamita hanno anche trattato dei recenti sviluppi nel Mare Orientale del Vietnam, in particolare della bonifica e dell’attività di costruzione su isole e scogli da parte della Cina.
Le due parti hanno sottolineato la necessità di una rigorosa osservanza del diritto internazionale, compresa la Convenzione Onu del 1982 sul diritto del mare e la Dichiarazione sulla condotta delle parti nel Mare Orientale del Vietnam. Tra i documenti firmati, c’è un memorandum d’intesa sulla creazione di un partenariato per la lotta contro la criminalità transnazionale e la cooperazione tra la Guardia costiera del Vietnam e quella giapponese, nonché un protocollo d’intesa sulle missioni di peacekeeping Onu effettuate da Vietnam e Giappone; e un accordo tra la Tokyo-Mitsubishi Bank of Japan e Vietjet Air per il finanziamento teso all’acquisto di tre Airbus.