VIETNAM. E se Kim visitasse la fabbrica Samsung?

123

Il capo di gabinetto de facto del leader nordcoreano Kim Jong-un, avrebbe ispezionato una fabbrica di smartphone in Vietnam di proprietà del gigante tecnologico sudcoreano Samsung Electronics Co.

Kim Chang-son, assieme ad una delegazione, è arrivato ad Hanoi il 16 febbraio per controllare la logistica per un secondo vertice tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord previsto per il 27-28 febbraio, riporta The Korea Times. La delegazione di Kim ha lasciato la sede che li ospita messa a disposizione, dal governo vietnamita ad Hanoi intorno alle 7 del mattino e si è diretta a nord verso la provincia di Bac Ninh dove si trova una linea di produzione di smartphone della Samsung. Kim Chang-son era il responsabile del protocollo durante il primo summit Trump-Kim a Singapore a giugno 2018.

Si ritiene che il gruppo abbia percorso le aree circostanti la fabbrica e valutato i percorsi da e per Hanoi. Ha anche visitato la provincia di Thai Nguyen, nella regione del nord-est, dove si trova un’altra fabbrica di smartphone Samsung. Il suo viaggio farebbe intendere che Kim Jong-un potrebbe cercare di visitare una delle fabbriche di Samsung quando effettuerà una visita di stato in Vietnam alla fine di questo mese.

Il leader del Nord visiterà l’area economica vietnamita di Bac Ninh e la città portuale industriale di Hai Phong. Se Kim visitasse la fabbrica, invierebbe un messaggio alla comunità internazionale che il suo paese cercherà di sviluppare l’economia nordcoreana attraverso la riforma e l’apertura.

Samsung ha fatto sapere di non aver ricevuto alcun avviso dalle autorità vietnamite. Il gigante sudcoreano ha costruito fabbriche a Bac Ninh nel 2008 e a Thai Nguyen nel 2013. Da allora, quasi la metà dei suoi smartphone sono stati prodotti in Vietnam. Stando a Reuters, Kim arriverà in Vietnam il 25 febbraio prima del suo vertice con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Luigi Medici