Vietnam: modificata la costituzione

145

VIETNAM – Hanoi. 01/12/13. Modifica alla costituzione per il Vietnam. A darne nottizia l’agenzia di stampa cinese Xinhua.net.

La tredicesima sessione dell’Assemblea Nazionale del Vietnam si è chiusa nella capitale Hanoi, venerdì 29 novembre, dopo 32 giorni di lavoro con una serie di decisioni importanti per il futuro del Paese, tra cui una modifica alla costituzione.

I contenuti della carta costituzionale non sono stati ancora divulgati, ma con l’approvazione della modifica della Costituzione del 1992, la sessione ha segnato una tappa importante nello sviluppo socio- economico del paese, ha detto Nguyen Sinh Hung, presidente della cerimonia di chiusura dell’Assemblea nazionale vietnamita. Con il 97,59 per cento dei voti a favore, la Carta riveduta ha ribadito il ruolo politico ed economico dirigente del Partito Comunista del Vietnam (CPV). Ha inoltre stabilito che lo Stato deve svolgere un ruolo di primo piano nell’economia nazionale, ha detto il Vice Presidente Uong Chu Luu dopo la modifica alla costituzione approvata giovedì sera.

Durante la sessione, i deputati anche visionato e discusso otto progetti di legge, ivi compresa la legge sulla proprietà terreriera che è visto come uno dei più importanti progetti di legge che riguardano la vita di milioni di persone.

La legge dà definizioni su temi di condizione di compensazione per i proprietari dei terreni acquisiti, che spesso ha innescato disordini sociali, cause legali lunghe e corruzione nel paese. Durante la sessione sono stati nominati due vice primi ministri che hanno dato il parere ad altri 10 progetti di legge e tracciato la direzione per lo sviluppo socio – economico nel 2014. L’Assemblea Nazionale del Vietnam viene eletta ogni cinque anni e si riunisce due volte l’anno. La seconda sessione di quest’anno è durata dal 21 ottobre a ieri.