VENEZUELA. Trasformazione economica solo con la pace: proseguono le amnistie

495

Non c’è trasformazione economica in Venezuela senza condizioni di pace politica, lo ha detto Larry Devoe, segretario esecutivo del Consiglio Nazionale dei Diritti Umani venezuelano ripreso dall’agenzia Prensa Latina.

In un’intervista pubblicata dal quotidiano Ultimas Noticias, quotidiano venezuelano che ha la più grande distribuzione nel paese, Devoe, che è anche un rappresentante della Commissione per la Verità, la Giustizia, la Pace e la Calma Pubblica presso l’Assemblea Nazionale Costituente, ha affrontato le azioni del governo in favore dei prigionieri che hanno commesso atti di violenza.

«Il vantaggio giuridico concesso da questo organismo a coloro che hanno partecipato ad azioni politiche violente nel paese dal 1999 al 2017 si concentra sulla prima linea d’azione presentata dal presidente della Repubblica, Nicolas Maduro, per cercare la riconciliazione, l’unità e la pacificazione del paese”, ha osservato Devoe.

Il parlamentare ha detto che, finora, circa 80 persone hanno ricevuto i benefici dell’amnistia, 64 dei quali sono uomini e 16 sono donne, e 76 casi che hanno tutte le caratteristiche previste dalla provvedimento di grazia, pari al 95 per cento, «erano in corso di procedimento penale e, solo in quattro casi, pari al 5 per cento, sono stati condannati in base alla loro responsabilità per tali azioni», vale a dire che probabilmente usciranno dal carcere a breve. Devoe ha aggiunto che la commissione dell’ANC continua a valutare i casi e si prevede che nei prossimi giorni comunicherà nuovamente al paese i beneficiari di tali misure cautelari.

Ha elogiato la partecipazione di alcuni politici dell’opposizione al processo in qualità di garanti e ha sottolineato che ciò «dimostra la possibilità che il governo e l’opposizione possano sedersi per lavorare insieme sulle questioni di interesse per il paese, che alla fine è ciò che la stragrande maggioranza dei venezuelani si aspetta». Devoe ha anche sottolineato l’importanza «di poter raggiungere accordi e di poter risolvere i problemi esistenti nella nostra società». L’appello dovrebbe essere sempre quello di ascoltare il desiderio collettivo di pace, comprensione e consenso che il popolo venezuelano vuole, al fine di essere in grado di intraprendere cambiamenti in campo economico.

In un’altra parte delle sue dichiarazioni, il parlamentare ha detto che, dalla commissione Anc per la verità, stanno lavorando per quantificare i danni all’economia causati dagli eventi violenti accaduti nel 2017.

Luigi Medici