Maduro: l’opposizione non passerà

11

VENEZUELA – Caracas 31/10/2015. Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha detto il 29 ottobre, che se in scenario politico ipotetico l’opposizione dovesse vincere le elezioni parlamentari del prossimo 6 dicembre non potrà abbandonerà la rivoluzione e dovrebbe governare con il popolo con l’unione civile-militare.

«Se questo scenario si realizzasse, il Venezuela entrerebbe in una delle fasi più torbide e drammatiche della sua vita politica e dovremmo difendere la rivoluzione, che entrerebbe in una nuova fase», ha detto Maduro nel corso di una intervista trasmessa dalla televisione di stato Vtv. Il presidente venezuelano ha detto che in questo scenario avrebbe governato «con il popolo, sempre con il popolo e con l’unione civile-militare». Ha poi aggiunto che lo stesso 6 dicembre, dopo la vittoria che è sicuro di ottenere, aprirà un “dialogo nazionale”: «Chi ha orecchie per intendere, chi ha occhi per vedere chiaramente la storia, ascoltasse: non lasceremmo mai la rivoluzione», ha ribadito. Maduro in precedenza aveva dichiarato l'”emergenza” per la cosiddetta rivoluzione bolivariana e aveva chiesto di attivare un piano per garantire “la vittoria elettorale” a parlamentare. «Sappiamo in anticipo che non riconosceranno l’esito delle elezioni, che non stanno facendo campagna elettorale, che sono alla ricerca di sostegno internazionale per cercare di ferire il Venezuela», ha poi detto.