Al via il referendum contro Maduro

5

VENEZUELA – Caracas 28/04/0216. Il Consiglio nazionale elettorale del Venezuela, Cne, ha accettato il 27 aprile di avviare il processo per la convocazione di un referendum per far decadere il presidente Nicolas Maduro.

La coalizione di opposizione Mud ora dovrà raccogliere le firme di alcune 198mila persone, il 1 per cento dei 19,8 milioni di elettori del paese, e successivamente portarne altre 4 milioni al Cne per impostare una data per il referendum. Il leader dell’opposizione, nonché ex candidato presidenziale, Henrique Capriles, aveva detto in precedenza che le marce agli uffici del Cne in programma in tutte le città sarebbero state annullate se il Cne avesse deciso di autorizzare l’inizio del processo referendario, riporta Laht. La Costituzione stabilisce che il referendum può essere richiesto trascorsa la metà del mandato di qualsiasi funzionario, una soglia che Maduro ha passato in questo mese. Se l’opposizione vincesse il referendum di quest’anno, la Cne dovrà indire nuove elezioni, ma se la raccolta di firme sforasse al 2017, Maduro verrebbe sostituito fino al 2019 dal suo vice presidente, Aristobulo Isturiz.
Il Mud, che ha il controllo del Congresso, sta chiedendo a Maduro di dimettersi volontariamente. Va ricordato che la Corte Suprema ha ribadito che le nuove regole sula decadenza/sfiducia del presidente non si applicano per l’attuale presidente; ms verranno sul futuro che entrerà carica.