Venezuela, si ricontano i voti

77

VENEZUELA- Caracas. 19/4/13. Nicolas Maduro, dopo le polemiche con lo storico “nemco” dell’opposizione Henrique Capriles , oggi presta giuramento come successore di Ugo Chavez alla guida del Venezuela in qualità di Presidente. Dopo le polemiche sul voto, ora Maduro, 50 anni, si toglie i sassolini dalle scarpe e accusa l’avvocato Capriles di aver incitato la folla alla violenza, violenza che ha portato alla morte di 8 persone.

Mentre si trovava a Lima, l’autorità elettorale del Venezuela ha detto di voler allargare al 100 per cento l’audit dei voti elettronici che per legge ora sono al 54%. Una otre parole l’autorità preposta al controllo delle elezioni verificherà il voto in tutti i “seggi”. «Facciamo questo per preservare un clima di armonia … e isolare i settori violenti che cercano di ferire la democrazia», ha riferito ​​Tibisay Lucena, presidente del Consiglio Nazionale Elettorale (CNE). Capriles, che insiste nel dire che lui ha vinto le elezioni,  ha detto che ha accettato la decisione del CNE, anche se sono venute meno le prerogative de riconteggio al momento desiderato. Egli si è detto sicuro che la verità prima o poi verrà fuori. La data per l’inizio della revisione del conteggio dei voti.  Sarà annunciata entro la prossima settimana.