VENEZUELA. Per FMI Latam in ripresa tranne il Venezuela

83

La ripresa dei prezzi delle materie prime sosterrà il lieve aumento in Colombia, Bolivia e Perù quest’anno, mentre l’Ecuador e il Venezuela in particolare continueranno a essere in recessione, secondo il “Global Economic Prospects” del Fondo Monetario Internazionale.

Il Fmi prevede che la crisi economica del Venezuela continuerà con una contrazione dell’economia del 7,4% quest’anno, anche se nel 2018 la perdita si ridurrà al 4,1%. L’inflazione, nel frattempo, è prevista al 720%, che passerà al 2000% nel 2018. Mentre anche il tasso di disoccupazione aumenterà, dal 21,2% al 25,3% nel 2017.

Il Fondo monetario internazionale ha quindi di nuovo abbassato la previsione di crescita latino-americana al 1,1% quest’anno e del 2% nel 2018, sottolineando le incertezze persistenti nella ripresa economica del subcontinente.

In Global Economic Prospects, Fmi ritiene che l’America Latina rimane sulla buona strada per uscire dal declino del -1% nel 2016, grazie agli sforzi del Messico, che crescerà del 1,7% quest’anno e la fine della recessione in Brasile, che rimbalzerà dello 0,2% quest’anno.

«Per l’America Latina e i Caraibi si prevede una ripresa più debole del previsto, con una crescita del 1,1 per cento nel 2017 e del 2 per cento nel 2018 (0,5 e 0,2 punti percentuali al di sotto del rapporto di ottobre )», si legge nel rapporto. Anche l’Argentina dovrebbe contribuire alla ripresa dell’America Latina, in crescita del 2,2% nel 2017 e 2,3% nel 2018, dopo la contrazione nel 2016, grazie ai forte consumi e agli investimenti pubblici. Cile e Colombia, alcune delle principali economie dell’America Latina e il cui andamento economico è strettamente legato al prezzo delle materie prime cresceranno del 1,7% e del 2,3% nel 2017, rispettivamente.

Il buco nero rimane la situazione in Venezuela, poiché il gigante del petrolio continua a soffrire di «gravi distorsioni economiche e severe restrizioni sulle importazioni di beni intermedi e l’aumento dell’inflazione».

Graziella Giangiulio