VENEZUELA. PDVSA onora i debiti con Pechino

406

Il Venezuela sta rimborsando il prestito ricevuto dalla Cina senza alcun ritardo attraverso spedizioni di petrolio. Lo ha confermato il portavoce cinese del ministero degli esteri Lu Kang in una recente conferenza stampa smentendo le voci che Caracas sta avendo difficoltà a rispettare i suoi obblighi.

Il portavoce ha osservato che gli accordi finanziari e commerciali tra i due paesi sono vantaggiosi per entrambe le parti e si concentrano su programmi di cooperazione con benefici tangibili.

«Siamo disposti a continuare la nostra collaborazione con il Venezuela in diversi settori», ha detto Lu, ripreso da Efe.

Alcuni media avevano ipotizzato che la società statale energetica di stato Pdvsa, responsabile per il rimborso dei debiti esteri con carburante e petrolio greggio, non era stato in grado di soddisfare la sua quota nelle spedizioni degli ultimi mesi. Si sarebbe trattato di spedizioni dirette sia verso la Cina che verso la Russia, altro importante alleato commerciale del Venezuela.

Mosca e Pechino hanno nel corso degli ultimi anni fatto credito per un totale di più di 55 miliardi di dollari al Venezuela, che è stato duramente colpito dal crollo globale dei prezzi del greggio.

Dal 2007, le banche statali cinesi prestato al Venezuela 60 miliardi di dollari, secondo l’Inter-American Dialogue. Si tratta dell’importo più alto prestato rispetto a qualsiasi altro paese dell’America Latina. La Cina è considerata il più importante creditore del Venezuela.
Caracas deve ancora a Pechino circa 20 miliardi di dollari.
Venezuela ripaga la stragrande maggioranza dei suoi prestiti alla Cina con spedizioni di petrolio. L’anno scorso, la Petroleos de Venezuela SA ha spedito circa 579mila barili di petrolio al giorno in Cina, secondo i dati contabili della società.

Attualmente, però, il governo e le imprese cinesi starebbero perdendo interesse verso il Venezuela. Dal 2010, le imprese cinesi hanno investito 2,5 miliardi di dollari l’anno, in media, nei progetti in Venezuela.

Maddalena Ingrao