VENEZUELA. Nello scontro tra Guaidò e Maduro, quale la sorte di CITGO

146

La Citgo Petroleum si appresta a dotarsi di una strategia legale per bloccare gli sforzi per la rimozione del suo consiglio di amministrazione; Juan Guaidò, il presidente del Congresso controllato dall’opposizione che si è proclamato presidente ad interim, sta valutando la possibilità di nominare un nuovo team per guidare Citgo, riporta Reuters.

Nicolas Maduro ha detto che il suo governo avrebbe cercato di difendere Citgo, aumentando la prospettiva che Citgo possa divenire un campo di battaglia tra lui e Guaidò. «Citgo è di proprietà dello stato venezuelano», ha detto Maduro, aggiungendo che il paese membro dell’Opec prevede di continuare a vendere petrolio agli Stati Uniti, la sua prima destinazione per le esportazioni di greggio e la più grande fonte di cassa della Pdvsa.

Gli Stati Uniti hanno guidato numerose altre nazioni occidentali nel riconoscere Guaidò come presidente del Venezuela e la Casa Bianca ha esplorato modi per riorientare i proventi del petrolio verso l’opposizione.

Citgo è una società interamente controllata da Petroleos de Venezuela, Pdvsa, ma non è stata in grado di inviare i suoi ricavi, sotto forma di dividendi, al Venezuela a causa delle sanzioni statunitensi. Il consiglio di amministrazione di Citgo all’inizio della scorsa settimana si è recato alle Bahamas, dove l’anno scorso è stata creata una sede aziendale. Il presidente di Citgo Asdrubal Chavez, cugino del defunto presidente Hugo Chavez, è stato chiamato per degli incontri a Caracas e un vice presidente di Citgo si è recato separatamente a Washington per colloqui sul futuro dell’azienda.

Citgo è società registrata in Delaware. Appartiene al Venezuela, che ora ha due presidenti. Gli Stati Uniti ne riconoscono solo uno, ma non è quello che ha nominato i membri del consiglio di amministrazione di Citgo e da qui lo scontro legale.

La rete di raffinazione dell’azienda di Houston, con 750.000 barili al giorno, è il più grande importatore statunitense di greggio venezuelano.

Per i primi nove mesi del 2018, Citgo ha pubblicato un utile netto di circa 500 milioni di dollari da 23 miliardi di dollari di fatturato lordo e aveva 3,4 miliardi di dollari di debito finanziario.

Graziella Giangiulio