VENEZUELA. Ministri venezuelani in Algeria

109

Il ministro venezuelano degli Esteri, Delcy Rodriguez e il suo collega del Petrolio e delle Miniere, Nelson Martinez, hanno fatto una visita di stato in Algeria lo scorso 11 febbraio. La visita faceva parte di un tour internazionale dedicato ad esaminare lo stato del mercato petrolifero.

«Questa visita fa parte di una consultazione tradizionale tra i due paesi amici contro la volatilità del mercato del petrolio» ha detto il ministero stesso in una dichiarazione ufficiale all’agenzia di stampa Aps ripresa da El Diario de Caracas.

Secondo la nota, durante i diversi incontri in programma entrambe le parti hanno cercato il rafforzamento del coordinamento all’interno della Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio, Opec, ed hanno esaminato l’accordo sulla riduzione della produzione siglato lo scorso novembre a Vienna.

«Entrambe le parti devono valutare lo stato della cooperazione bilaterale e discutere i modi e mezzi per rafforzarlo ulteriormente ed estenderlo ad altri settori», conclude il documento.

I membri del cartello petrolifero hanno deciso, infatti, nella capitale austriaca, di ridurre di 1,2 milioni di barili di greggio la produzione giornaliera per sei mesi a partire dal 1° gennaio di quest’anno per cercare di aumentare i prezzi.

L’Opec è riuscito anche a fa aderire all’accordo i grandi produttori esterni come la Russia con una riduzione di 558mila barili al giorno per cercare di affrontare il crollo brusco dei prezzi.

Algeria e Venezuela sono membri del comitato di sorveglianza degli accordi dell’Opec e dei suoi partner sulla riduzione della produzione di petrolio.
Presieduto dal Kuwait, appartengono al gruppo anche Russia e Oman.

La visita dei due ministri in Algeria fa parte di un tour che entrambi i politici stanno svolgendo nei diversi paesi produttori di petrolio per testare lo svolgersi dell’accordo sulla riduzione della produzione. Il programma di visite prevede anche soste in Russia, Iran e Arabia Saudita.

Luigi Medici