VENEZUELA. Maduro aumenta il “paniere alimentare”

288

Il presidente venezuelano, Nicolas Maduro, ha aumentato nella giornata del 19 febbraio, il bonus alimentare portandolo da 63700 a 108mila bolivar per tutti i lavoratori del paese; la misura entrerà in vigore dal 1° marzo. Il bonus, chiamato “cesta ticket socialista”, comporta un aumento del salario minimo, che è 40638 bolivar, del 42%.

Si ricorda che questo buono alimentare non influisce sul calcolo del reddito totale dei lavoratori, come non si riflette in benefici sociali o altri benefit, riporta El Diario de Caracas.

Maduro ha detto che questo nuovo aumento entrerà in vigore dal 1° marzo perché in quella data entra in vigore il nuovo valore dell’unità fiscale con la quale è calcolato il pagamento delle tasse e che aumenterà da 177 a 300 bolivar.

L’8 gennaio scorso Maduro aveva annunciato un aumento del 50% del salario minimo mensile, portandolo da 27092 a 40638 bolivar, il primo aumento dell’anno, anche se, come chiarito poi, è stato il quinto aumento negli ultimi dodici mesi, arrivando ad un aumento annualizzato del 536%.

Tali incrementi sono avvenuti nel contesto di una crisi economica che si riflette in un’inflazione alle stelle, percepita negli aumenti costanti dei prezzi, ma di cui non si sa nulla perché la Banca centrale sul Venezuela non ha più fornito i dati sull’inflazione dalla fine del 2015 quando era arrivata al 180,9%.

La parte datoriale del Venezuela, Federcamaras, ha avvertito che questi aumenti annunciati «in modo sconsiderato» da parte dell’esecutivo «possono portare a ridurre i posti di lavoro e alla chiusura delle aziende che non se li possono permettere».

«A gennaio ho aumentato del 50% lo stipendio e oggi a causa di un aumento dell’Unità fiscale e del calcolo base per le tasse (…), dobbiamo mantenere la base di calcolo in 12 punti per il paniere alimentare che possa bloccare la speculazione parassitaria», ha detto il capo dello stato nel suo programma Domingo con Maduro.

Allo stesso modo, il presiedete venezuelano ha detto che questa misura comporta un aumento del salario minimo legale del 42%, il che significa che 104000 bolivar.

Lucia Giannini