VENEZUELA. Maduro attacca quel fascista debuttante di Bolsonaro

47

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha rivolto un pesante avvertimento al suo omologo brasiliano Javier Bolsonaro contro qualsiasi intervento militare in Venezuela. Maduro ha detto in un discorso tenuto ad un raduno giovanile: «Non posso ignorare la minaccia di guerra e invasione, di cui parla Bolsonaro, minacciando un’invasione militare del nostro paese, in violazione della Carta delle Nazioni Unite, delle leggi internazionali e umanitarie e degli accordi di cooperazione tra Brasile e Venezuela per più di un secolo. Il popolo venezuelano respinge categoricamente la minaccia di guerra e di invasione militare da parte di Bolsonaro», riporta Saba.

Maduro ha aggiunto che il suo omologo brasiliano stava cercando di imitare Hitler nelle sue azioni. «Il Venezuela si opporrà fortemente contro il Brasile», ha detto Nicolas Maduro, invitando l’esercito brasiliano a resistere ai tentativi del presidente Jair Bolsonaro di intervenire negli affari del suo vicino.

Il popolo venezuelano è unito contro le «minacce di guerra e di intervento militare» ha detto Maduro il 13 aprile, riporta Rt, espresse dal leader brasiliano di destra. Ha definito Bolsonaro «un fascista debuttante» e «un imitatore di Hitler», e ha avvertito che Caracas troverà il modo di reagire a qualsiasi attacco proveniente dai suoi vicini.

Maduro ha anche invitato l’esercito brasiliano a «fermare la follia» e a contrastare i tentativi di creare un conflitto nella regione, assicurando che il presidente brasiliano è sostenuto dagli Stati Uniti nei suoi piani «contro il Venezuela». «Qual è il casus belli, ci invaderà per cosa? Cosa ha sottratto il Venezuela al Brasile? Il Venezuela ha attaccato il Brasile? Su chi conta Bolsonaro per una guerra? Suo popolo del Brasile? Sulle forze militari del Brasile? Da che parte entreranno? Non credi che sia pazzesco?»

«Le tue minacce ti ritorneranno e tutto quello che stai facendo contro il Venezuela ti affonderà (…..) Jair Bolsonaro si prosciugherà e passerà nell’oblio, nella discarica della storia» ha continuato Maduro, riporta El Diario de Caracas. 

Bolsonaro, come altri cinquanta paesi, descrive Maduro come un dittatore e riconosce il leader dell’opposizione venezuelana Juan Guaidó come presidente del paese caraibico. Il presidente brasiliano ha confermato poi in un’intervista che era pronto a decidere se il suo paese avrebbe partecipato o meno all’invasione del Venezuela, ma dopo aver ascoltato il Consiglio Nazionale di Difesa e il Parlamento, ha sottolineato la necessità di insistere nelle sanzioni sul Venezuela piuttosto che nell’intervento militare.

Graziella Giangiulio