VENEZUELA. L’ONU valuterà la fattibilità delle presidenziali 

413

Il candidato presidenziale venezuelano Henri Falcon ha annunciato che la missione di osservazione delle Nazioni Unite includesse nel suo operato una «valutazione per determinare la fattibilità delle elezioni», una proposta che ha il sostegno del governo di sinistra di Nicolas Maduro.

«La missione di valutazione determinerà se siano soddisfatte le condizioni di base per un processo veramente legittimo e democratico”, ha detto Falcon alla stampa a Caracas, dopo essere tornato da New York. Falcon e la sua squadra di consiglieri si erano recati alle Nazioni Unite, accompagnati dall’ambasciatore del Venezuela presso l’organismo, per chiedere una missione di osservazione per le elezioni presidenziali del 20 maggio, considerate fraudolente da un ampio settore dell’opposizione, riporta Efe.

Secondo Falcon, l’ambasciatore Samuel Moncada ha detto che il governo venezuelano avrebbe rivelato i risultati di tale valutazione, nel caso in cui una missione delle Nazioni Unite visitasse il paese. Falcon ha detto che avrebbe lanciato la sua campagna elettorale martedì 20 marzo.

«Iniziamo martedì, che significa campagne notturne, mattutine, tutti i giorni, qualsiasi momento è necessario per seminare il seme della speranza per la maggior parte della popolazione, che sono consapevoli del fatto che la partecipazione a una soluzione democratica è l’unico modo per andare avanti per il Venezuela», ha detto.

Falcon ha aggiunto di aver partecipato a riunioni “ad alto livello” a Washington e che cercherà di migliorare le relazioni con i suoi partner, formando un “governo di unità nazionale”: «Vogliamo recuperare i nostri migliori rapporti, soprattutto con i nostri potenziali alleati, i nostri alleati tradizionali. Gli Stati Uniti sono uno di loro, così come la Spagna, e la Colombia», ha detto.

Falcon, un ex membro del Psuv, partito al potere, che in seguito è diventato il leader di uno dei principali partiti dell’opposizione, ha respinto il boicottaggio annunciato dalla coalizione di opposizione, Mesa de la Unidad Democratica.

Oltre a Falcon e Maduro, tra gli altri candidati alla presidenza figurano il pastore protestante Javier Bertucci, l’uomo d’affari Luis Alejandro Ratti e Reinaldo Quijada, un altro ex membro del Psuv.

Graziella Giangiulio