VENEZUELA. Il Petro è moneta legale, e in Brasile lo accettano

525

Alla fine di ottobre, il governo venezuelano ha annunciato che a partire da lunedì 5 novembre, il Petro sarà disponibile per l’acquisto con valute criptate, attraverso gli scambi ufficiali in una prima fase, e in contanti, attraverso acquisti diretti dalla Tesoreria dello Stato.

È anche importante notare che la Corte Suprema di Giustizia del Venezuela  ha stabilito il pagamento di un indennizzo monetario ad un lavoratore venezuelano, determinandolo in 266 Petro, riporta EthereumWorldNews.

Pochi giorni dopo questa sentenza, una nuova decisione della Corte Suprema di Giustizia ha ordinato l’attuazione del Decreto Costituente sui Criptoattivi e sulla criptovaluta Petro Sovrano emesso dal più alto organo legislativo del paese, l’Assemblea Nazionale Costituente. In questo modo, il ramo esecutivo, legislativo e giudiziario del Venezuela hanno riconosciuto ufficialmente il Petro come moneta avente corso legale.

Questo decreto è importante perché non solo protegge il Petro, ma promuove l’uso di qualsiasi altra moneta criptata come mezzo di pagamento legale. Il Venezuela, inoltre, sta promuovendo lo scambio economico con la zona nord del Brasile attraverso operazioni economiche con il Petro.

Lo ha annunciato il governatore dello stato di Bolívar, Justo Noguera, ripreso da Prensa Latina.

L’asset digitale sarà utilizzato per l’acquisto di forniture, medicinali e cibo che vengono regolarmente effettuate da aziende e privati venezuelani a società situate nello stato brasiliano di confine di Roraima. In questo modo, il governo ha assunto il Petro come strumento commerciale con il Brasile settentrionale, convalidando il successo della prima moneta digitale di origine venezuelana che questa settimana ha iniziato la sua vendita digitale e al box office.

Noguera ha anche annunciato che l’iniziativa facilita l’acquisto di pezzi di ricambio e forniture per le aziende di base che producono ferro, acciaio e alluminio situato a Ciudad Guayana, nello stesso stato: «Questa moneta garantirà le operazioni delle nostre aziende, contro il blocco economico che gli Stati Uniti intendono attuare contro il Venezuela», ha detto il funzionario, riferendosi alla sostituzione del dollaro per l’acquisto di macchinari, pezzi di ricambio e materie prime in questi settori.

Maddalena Ingroia