VENEZUELA. Il Grand Tour di Maduro

135

Il presidente Nicolás Maduro è rientrato in Venezuela dopo aver completato un tour internazionale fatto la settimana scorsa attraverso Algeria, Russia, Bielorussia e Turchia, paesi con i quali ha rafforzato alleanze per lo sviluppo e la cooperazione condivisa nei settori energia, agroalimentare, turismo, militare, scientifico, tecnologico, commerciale, finanziario e industriale, stando al Diario de Caracas

Il presidente venezuelano è partito il 7 ottobre all’aeroporto di Esenboga, situato a nord ovest di Ankara, in Turchia, dove è stato salutato dalle autorità locali, e accompagnato dall’ambasciatore del Venezuela in Turchia, José Gregorio Bracho, secondo Vtv.

L’agenda del capo dello Stato venezuelano si era aperta il 3 ottobre in Algeria, dove ha incontrato il presidente del Consiglio Abdelkader Bensalah e il ministro degli Affari esteri del paese africano, Abdelkader Messahel.

Poi è andato in Russia, dove ha reiterato la sua richiesta ai paesi produttori di petrolio di agire insieme per fornire stabilità al mercato petrolifero.

Durante la sua partecipazione al Forum Energy Week Russia 2017 a Mosca, ha parlato dei collegamenti tra petrolio e geopolitica: cause e conseguenze, in cui ha evidenziato la conformità dell’accordo per tagliare 1,8 milioni di barili di greggio al giorno, firmato tra l’Opec e 11 produttori stranieri l’anno scorso, per stabilizzare il prezzo del petrolio greggio.

In questa visita ha incontrato anche Vladimir Putin per rafforzare i legami diplomatici e rafforzare le relazioni strategiche di entrambe le nazioni.

In Bielorussia, Maduro ha firmato con il suo omologo Aleksandr Lukashenko una serie di accordi di cooperazione globali per energia, agroalimentare, infrastrutture, scienza e tecnologia.

Hanno deciso di tenere una riunione della Commissione mista Venezuela-Bielorussia, dove sarà approvata una tabella di marcia per rafforzare la cooperazione economica, e rafforzare i Comitati Locali di fornitura e produzione (Clap) e le partnership nel settore.

Ad Ankara, il capo dello Stato ha rafforzato i rapporti diplomatici con Recep Tayyip Erdoğan e ha presieduto la firma di cinque nuovi accordi di cooperazione bilaterale nell’ambito della joint venture Turchia-Venezuela nel settore del commercio e della cooperazione economica, dello sviluppo del turismo, della sicurezza, dell’agricoltura e dei servizi aerei.

Maddalena Ingrao