VENEZUELA. Erdogan promette di aiutare Maduro

46

I governi del Venezuela e della Turchia hanno firmato una serie di accordi economici e di difesa che segnano una “nuova” era nelle relazioni tra le due nazioni, secondo il presidente venezuelano Nicolas Maduro durante la cerimonia con il suo omologo turco, Recep Tayyip Erdogan. Le alleanze includono accordi nei settori del petrolio, turismo e trasporti marittimi, così come l’industria mineraria, un’industria che il Venezuela spera di sviluppare negli stati meridionali del paese.

Maduro, riporta Efe, ha sottolineato che il rapporto commerciale tra Venezuela e Turchia è “sincero e prospero”, nonostante il fatto che lo scambio sia recente e con progetti del valore di circa 800 milioni di dollari per quest’anno. È stato inoltre firmato un accordo di cooperazione in materia di difesa e militare, mentre gli stessi presidenti hanno firmato un accordo di intesa politica.

Non sono stati resi noti ulteriori dettagli sulla portata degli accordi e sulle modalità di attuazione. Erdogan ha effettuato il 3 dicembre la prima visita di stato di un leader turco in Venezuela, dato che entrambe le nazioni hanno stabilito relazioni diplomatiche nel 1999, secondo i dati del ministero degli Esteri venezuelano.

Il presidente turco ha sottolineato gli importanti passi che entrambi i governi hanno compiuto per approfondire un rapporto che sta vivendo un netto miglioramento. Gli accordi sono stati firmati in mezzo alla pressante crisi economica che il Venezuela sta attraversando, che si manifesta in pesanti carenze di bene e servizi e nell’iperinflazione, un indicatore che il Fondo Monetario Internazionale, Fmi, stima che quest’anno chiuderà a 2,5 milioni e mezzo per cento.

Erdogan ha detto prima della firma, durante un forum con uomini d’affari turchi e venezuelani a Caracas, che il suo paese ha il potenziale industriale per «coprire la maggior parte dei bisogni del Venezuela» e che gli accordi firmati durante la sua visita di stato non rimarranno solo parole.

Graziella Giangiulio