VENEZUELA. Erdogan e Kim si congratulano con Maduro

11

Se Pechino si è dimostrata prudente nel salutare la rielezione di Nicolas Maduro, la Russia ha subito respinto l’imposizione di nuove sanzioni unilaterali contro il sistema finanziario venezuelano da parte degli Stati Uniti. «La decisione di Washington di imporre sanzioni unilaterali contro il sistema finanziario del paese sudamericano sembra del tutto ipocrita», ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zajarova, ripresa da Prensa Latina.

«La Russia è categoricamente contraria a misure ingiuste, illegali e restrittive, come embarghi o sanzioni, applicate contro Stati sovrani in violazione della Carta delle Nazioni Unite», ha poi denunciato la portavoce. «Le elezioni si sono svolte in un clima calmo e pacifico, che mostra un alto livello di responsabilità  civica dei venezuelanI (…) Purtroppo, il fattore esterno ha avuto un’influenza negativa sulle elezioni. Gli Stati Uniti e altri paesi, anche a livello governativo, hanno annunciato apertamente o ufficialmente, a priori, di non riconoscere i risultati delle elezioni (…) È chiaro che tale atteggiamento ha conseguenze negative a lungo termine» ha sottolineato il ministero degli Esteri russo in un comunicato.

La rielezione del presidente Nicolás Maduro in Venezuela, durante il fine settimana, è stata ampiamente definita come una farsa. Il “Gruppo di Lima” dei paesi dell’America Latina più il Canada ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava di non riconoscere la legittimità delle elezioni, mentre gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni al governo Maduro, con il vice presidente Mike Pence che ha definito le elezioni «una farsa – né libera né equa».

Ma la Corea del Nord, in controtendenza ha inviato a Maduro le sue più vive congratulazioni. Kcna, ha pubblicato il 23 maggio la notizia delle congratulazioni a Maduro per la rielezione «espressione della ferma volontà di tutto il popolo venezuelano di portare a termine la rivoluzione bolivariana e della sua fiducia in lui».

A sorpresa, anche il presidente Recep Tayyip Erdogan ha parlato telefonicamente con il leader venezuelano Nicolas Maduro e si è congratulato con lui per la vittoria alle elezioni presidenziali, secondo fonti presidenziali turche, citate dal quotidiano Turkiye.

La telefonata è stata effettuata nella serata del 22 maggio. Erdogan e Maduro hanno, inoltre, ribadito la loro determinazione a rafforzare la cooperazione bilaterale.

Antonio Albanese