VENEZUELA. EL Petro tocca i 5 miliardi di dollari e si lancia nelle rinnovabili

1251

Secondo il presidente venezuelano, Nicholas Maduro, le vendite della criptovaluta venezuelana di stato sono arrivate a oltre cinque miliardi di dollari durante la pre-vendita.

Secondo quanto riporta Bitcoinist, in Petro sono stati effettuati 186.000 acquisti certificati; «Se fosse vero, il Petro potrebbe essere considerato un’efficace elusione delle sanzioni internazionali» riporta il blog sulle valute cripto. L’annuncio è stato fatto da Maduro ai membri del Partito socialista unito del Venezuela, e nel suo intervento il presidente venezuelano ha detto che tutte le entrate derivanti dalla vendita della criptomoneta sarebbero andate a coprire le esigenze di tutto il paese.

Maduro ha, inoltre, dichiarato che le entrate generate dal Petro fanno parte di una soluzione più ampia alle gravi difficoltà economiche del paese.

Come riportato da TeleSUR, i dati, che si suppone dimostrino il successo di Petro, provengono direttamente da Carlos Vargas, sovrintendente del Venezuela per la Criptocurrency e le attività correlate. I dati di Vargas riportano che 83.000 soggetti in 127 paesi hanno comprato la criptovaluta del Venezuela. Il petro è stato messo in pre vendita il 20 febbraio. 

Per Washington, coloro che cercano di investire in Petro dagli Stati Uniti potrebbero trovarsi in difficoltà giuridiche. Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha sostenuto che la criptovaluta venezuelana è essenzialmente «un’estensione del credito al governo venezuelano», severamente vietato dalle sanzioni degli Stati Uniti.

Nel frattempo, durante il vertice dell’International Solar Alliance, aperto l’11 marzo a Nuova Delhi, il governo Maduro ha presentato una proposta per il finanziamento di progetti per l’energia solare in Petro, riporta El Diario de Caracas.

«Oggi abbiamo avuto l’opportunità di dare un grande annuncio a Nuova Delhi che, attraverso Petrocaribe, ai nostri fratelli paesi dei Caraibi, il presidente Nicolás Maduro ha lanciato un’iniziativa di finanziamento del progetto per l’energia solare, progetti che saranno finanziati con Petro, la moneta virtuale venezuelana», ha detto il ministro degli Esteri, Jorge Arreaza, in un video pubblicato dal ministero degli Esteri sul suo account Twitter. Questo progetto avrà tutta la logistica e le capacità delle joint venture di Petrocaribe, un’alleanza nata nel giugno 2005, per uno scambio favorevole, equo ed equo tra gli Stati. 

I 121 paesi con la più alta esposizione solare, situati nei tropici del Cancro e del Capricorno, partecipano a questo summit; tutti sono considerati come una coalizione di paesi ricchi di risorse solari.

Graziella Giangiulio