VENEZUELA. È golpe a Caracas?

71

La Sala Constitucional del Tribunal Supremo de Justicia del Venezuela ha stabilito che il potere esecutivo può istituire società miste e indicare che il ministero del Potere Popolare per l’Energia e Petrolio informi la magistratura su tutte le circostanze, come stabilito dal idrocarburi legge organica, senza informare l’Assemblea nazionale.

L’articolo 33 della Legge sugli idrocarburi organici afferma che la creazione di joint venture e le condizioni per l’esercizio delle attività primarie, richiedono la previa approvazione dell’Assemblea Nazionale.

Ma «Finché perdura la situazione di disprezzo e invalidità dei lavori dell’Assemblea Nazionale, il Tribunal Supremo de Justicia farà in modo che i poteri parlamentari siano esercitate direttamente dalla Sala Constitucional  al fine di garantire lo stato di diritto», si legge in un passaggio.

La Corte Suprema ha rilevato nel documento che fino a quando sarà presente una posizione di disprezzo e invalidità dei lavori dell’Assemblea Nazionale, la Corte Costituzionale farà in modo che i poteri parlamentari siano esercitati direttamente dalla Camera, al fine di garantire lo Stato di diritto.

La Legge sugli idrocarburi indica che in questa materia il Parlamento può modificare le condizioni proposte o impostare lo ritiene opportuno, e le loro successive modifiche deve essere presentate anche alla valutazione del Congresso.

Con una richiesta di interpretazione presentata dalla Corporación Venezolana del Petróleo Sa, la Corte Suprema ha stabilito, creando un caso, che l’Assemblea nazionale non può neanche «modificare le condizioni proposte o modificare la creazione di altre condizioni».

«Sulla base dello stato di emergenza, il Capo dello Stato può cambiare attraverso la riforma, la disposizione da interpretare, in linea con la giurisprudenza della corte suprema», recita il dispositivo del parere giudiziale ripreso dal Diario de Caracas.

Il Parlamento venezuelano ha accusato il presidente Nicolás Maduro di aver fatto un “colpo di stato”, dopo la sentenza con la quale la più alta corte del paese ha assunto funzioni legislative.

«In Venezuela Nicolas Mauduro ha fatto un colpo di stato», ha detto il presidente dell’Assemblea nazionale, Julio Borges, in una dichiarazione in cui ha deifnito spazzatura la decisione del Tribunale Supremo di Giustizia.

Il presidente del Congresso venezuelano ha inoltre esortato i militari a rompere il silenzio contro quella che ha denunciato come una “pausa” costituzionale del Presidente Maduro.

«Le Forze Armate venezuelane non possono restare in silenzio contro il superamento della Costituzione. Sappiamo che la stragrande maggioranza dei militari (…) sono contro il caos che accade in Venezuela», ha detto.

Graziella Giangiulio