VENEZUELA. Controlli fiscali a tappeto contro il mercato nero

89

Sono aumentati i controlli fiscali tutto il Venezuela. Il Servicio Nacional de Administracion Aduanera y Tributaria, Seniat, ha infatti intensificato i controlli nei panifici, nei negozi di alimentari e nei ristoranti, riporta il quotidiano La Verdad. Un giorno prima della chiusura del periodo di imposta sul reddito, il Seniat sanzionato anche le aziende produttrici di tabacco che si erano messe a vedere alimentari.

Dal mese di febbraio, le istituzioni finanziare venezuelane hanno iniziato una serie di controlli sulla presenza e distribuzione di beni essenziali. La Sundde, Superintendencia de Precios Justos, ad esempio si è focalizzata sui panifici che hanno aumentato il prezzo del pane.

L’ente fiscale ha ispezionato gli stabilimenti concentrandosi nella filiera dei costi per la produzione del pane, l’operazione è stata molto profonda a Caracas dove una serie di panifici sono stati addirittura espropriati dalla Sundde perché il proprietari rivendeva la farina, distribuita dal governo ai cittadini, a prezzi maggiorati.

A Maracaibo, altro grosso centro del paese, il Seniat è andato ad ispezionare la conformità degli esercizi con la normativa fiscale vigente in Venezuela.

L’agenzia del governo ha emesso una serie di sanzioni dopo la rilevazione di illeciti gravi e ha disposto la chiusura degli esercizi commerciali per tre settimane con multe tra le cinque e le 200 unità fiscali, per importi tra i 500 mila e i 60 mila bolivar.

Nonostante la crisi si aggravi, restano inalterate le scadenze fiscali per i contribuenti venezuelani, in un comunicato, il Seniat ha ricordato che il 31 marzo scatta la scadenza per pagare la dichiarazione dei redditi per l’anno fiscale 2016. Il Seniat accetterà domande entro le ore 12.00 di quel giorno «in modo che non rimanga alcun venezuelano che non abbia dichiarato e pagato», si legge in un comunicato stampa.

In diversi punti del paese, stanno lavorando 13 mila operatori fiscali per fornire informazioni e aiutare nella dichiarazione delle persone fisiche e giuridiche da unire per la dichiarazione finale.

Graziella Giangiulio