VENEZUELA. Cala dell’87% l’automotive di Caracas

304

Nel 2016 l’assemblaggio di veicoli in Venezuela è sceso dell’87% e le esportazioni delle società affiliate alla Cámara de Fabricantes Venezolanos de Productos Automotores, Favenpa, sono diminuite del 67%. Secondo i dati Favenoa ripresi dal quotidiano Il Carabobeño, il mercato della produzione è sceso al 40% e per questo Favenpa ha partecipato a riunioni convocate dal Ministero del Commercio Estero e degli investimenti internazionali.

Secondo quanto afferma Favenpa: «Abbiamo bisogno di recuperare il mercato internazionale altamente competitivo». Il calo della produzione di queste aziende ha portato alla chiusura di diversi impianti durante il 2016: «Le aziende operano a capacità ridotta del 10% e le piccole imprese che non hanno avuto la solvibilità di resistere alla caduta, hanno dovuto chiudere battenti».

Nonostante la crisi del settore Automotive, che si inserisce nel quadro generale di profonda inflazione e crisi finanziaria e alimentare del paese, Caracas è tra le città più inquinate del Sud America.

Bogotà, San Paolo, Caracas e Città del Messico sono le città con la congestione del traffico più alta in America Latina e sono tra le 15 più trafficate del mondo. Secondo rapporto Inrix, ripreso dal Diario de Caracas, diverse città degli Stati Uniti appaiono nelle posizioni di testa.

La lista è guidata da Los Angeles, dove in media ogni autista ha trascorso 104 ore in congestioni nell’”ora di punta”, nel 2016; seguita da Mosca con 91 ore; New York, 89 ore, San Francisco, 83 ore e Bogota con 80 ore.

Secondo il rapporto, che analizza l’impatto del traffico e il tempo trascorso in viaggio in 1064 città in 38 paesi, 11 delle 25 città della lista sono degli Stati Uniti, il che rende la nazione più sviluppata con la congestione da traffico più elevata.

Tra città dell’America Latina, Bogotà ha la mobilità peggiore e San Paolo ha la sesta posizione, con 77 ore all’anno per conducente trascorse nella congestione del traffico nelle ore di punta; Caracas, è al 13° posto con 62 ore; e Città del Messico, al 14°, con 61 ore.

Tra i 38 analizzati, la Thailandia ha il più alto numero medio di ore trascorse nelle congestioni, 61 ore, battendo la Colombia e l’Indonesia, entrambi con 47 ore; e la Russia e gli Stati Uniti con 42 ore ciascuno.

La parte dell’America Latina appaiono anche il Venezuela, 6 ° classificato, con 39 ore e il Brasile sul posto 8 a 37 ore.

Graziella Giangiulio