VENEZUELA. Arrivano soldi e cibo

199

Una nuova spedizione di nuove banconote di tagli da 2.000 e 20.000 bolivar sono arrivate la mattina del 28 febbraio in Venezuela. Lo ha detto il vice Ministro della Pubblica Sicurezza e Prevenzione, Manuel Perez Urdaneta, riporta il Diario dei Caracas.

Parlando ad una trasmissione della Venezolana de Television, Vtv, il ministro ha spiegato che si trattava di 6,1 milioni di pezzi da 2.000 bolivar e 25,60 milioni di pezzi da 20.000 bolivar.

«All’alba di oggi, alle 5:45, è atterrato un aereo proveniente dall’isola di Malta, da dove arriva la spedizione di 6,1 milioni di pezzi di banconote da 2.000 e di 25,6 milioni di pezzi di banconote da 20000» ha detto Perez Urdaneta, poi riportato in un comunicato della stessa emittente venezuelana.

Ma il 28 non è stato solo un giorno di arrivo di denaro, ma anche di alimentari.
Al porto di La Guaira, riporta El Diario del Vargas, sono arrivati 529 container con cibo proveniente dalla Repubblica del Messico. Si tratta di alimentari che dovranno essere poi distribuiti dal programma alimentare governativo gestito dai Comitati locali di alimentazione, Clap.

La nave porta-container, prosegue il giornale, ancorata al Molo Nord n. 5 del Porto di La Guaira, è stata svuotata in 48 ore di tutti i container messicani.

Il direttore Generale del porto di La Guaira, Manuel Enrique Castillo Rengifo, ha detto, enfaticamente, che «questi arrivi sono vitali per il benessere dei venezuelani in tutto il paese, e possono generare un forte impatto nella guerra economica che il paese sta combattendo».

Castillo ha poi detto che «Questi container sono una priorità per la distribuzione immediata in tutto il territorio nazionale e per il porto di La Guaira, abbiamo realizzato una serie di sforzi congiunti tra tutte le autorità e le istituzioni coinvolte per completare nel minore tempo possibile le operazioni di scarico».

Tommaso dal Passo