Vendere legalmente il corno di rinoceronte

195

di Tommaso dal Passo SUD AFRICA – Johannesburg 26/09/2016. Lo Swaziland si sta battendo per  ottenere il permesso di vendere 330 kg di corno di rinoceronte per circa 10 milioni di dollari da una conferenza Onu sul commercio mondiale della fauna selvatica a Johannesburg.

Il regno africano dello Swaziland, povero, senza sbocco al mare, ospita elefanti, rinoceronti e altri grandi animali, vuole utilizzare il denaro guadagnato per dare fondi alla conservazione della sua fauna, e al turismo.

La vendita del corno di rinoceronte è stata messa al bando dal 1970 e la proposta dello Swaziland richiede l’appoggio di due terzi degli Stati membri della convenzione delle Nazioni unite sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (Cites).

Il Cites è un accordo globale tra i governi che regola il commercio di flora e fauna selvatiche o prodotti da essi derivati, con l’obiettivo di garantire la loro sopravvivenza, lo hanno firmato oltre 180 paesi.

La conferenza, che si chiuderà il 5 ottobre, prenderà in considerazione anche le proposte per offrire maggiore protezione ad altre specie come gli squali.