UZBEKISTAN. Via accise e dazi doganali da molte merci

49

Sono entrati in vigore due recenti decreti che hanno eliminato accise e dazi doganali uzbeki su molte merci. Le norme intendono formare le condizioni favorevoli per:

– lo sviluppo sostenibile della produzione di alta qualità in Uzbekistan per sostituire le importazioni, per esportarla, aumentando la sua competitività, promuovendo la sua esportazione;

– soddisfare la domanda dei consumatori della repubblica, non permettere aumenti ingiustificati dei prezzi sul mercato interno;

– assicurare ai produttori le materie prime necessarie e materiali non fabbricati nel paese o fabbricati nel paese in quantità insufficiente.

Secondo la nuova normativa entrata in vigore tra l’1 e il 10 settembre 2017, sono scattate nuove aliquote dei dazi doganali e delle accise sull’importazione di alcune categorie di merci:

  1. a dazio zero: polimeri in forme primarie, gomma, fibre tessili vegetali, alcuni articoli di metalli ferrosi, prodotti chimici (catrame di legno, insetticidi, formulazioni per operare sulle superfici metalliche, additivi per oli lubrificanti e altri). Sono state abbassate le aliquote di dazio sulle soluzioni per conservare le lenti a contatto e sugli apparecchi per la videoregistrazione e videoriproduzione; burro, e olio di soia e di semi di girasole, semi per la semina (patate, grano, olive, segale, orzo, avena, granturco, sorgo, grano saraceno, miglio, soia, lino, girasole ed ecc.), farina di segale, cereali e farina di grano duro, zucchero di canna, fagioli di cacao, materie prime utilizzate nei prodotti farmaceutici, alcuni prodotti per l’alimentazione degli animali.

b) prodotti importati in Uzbekistan non sono soggetti ad accisa: le gocce artificiali e soluzioni per conservare le lenti a contatto, le pellicole PVC/ PET, tessuti non tessuti (TNT), alcuni tipi di filo di ferro o di acciaio non legato e apparecchi per la videoregistrazione e videoriproduzione; l’importazione dei seguenti prodotti non sono soggetti ad accisa: carni e frattaglie commestibili, grasso suino e del pollame, farina di frumento e alcuni prodotti per l’alimentazione degli animali.

 

Sono state ridotte aliquote dei dazi doganali su singoli tipi di merci:

– carni di bovini, carne di maiale, grasso suino e del pollame, frattaglie commestibili, caffè, farina di frumento, zucchero di canna;

– Le accise sull’olio di girasole, zucchero di canna e caffè.

L’abbassamento dei pagamenti doganali sulle materie prime e materiali per la produzione di beni di consumo alimentari intende stimolare i produttori nazionali, contribuendo a ridurre i costi dei prodotti fabbricati, aumentando la loro competitività e limitando anche i presupposti per l’aumento dei prezzi sul mercato interno. Inoltre, l’aumento della produzione garantirà la creazione di nuovi posti di lavoro, migliorando il benessere della popolazione.

Redazione