UZBEKISTAN. Tashkent scommette sul turismo

87

Tashkent punta sul turismo. È stato pubblicato il nuovo progetto sullo sviluppo di questo settore economico per il periodo 2017-2021. Tashkent prevede l’aumento del volume d’esportazione di servizi turistici fino a 2.722 miliardi di dollari entro il 2022, secondo Uzdaily.uz.

Secondo il progetto, il volume delle esportazioni di servizi turistici nel 2016 ammontava a 1,336 miliardi di dollari, nel documento l’Uzbekistan vuole aumentare il volume d’esportazione di servizi turistici fino a 2,722 miliardi di dollari entro la fine del 2022. Nel 2016, 1,979 milioni di cittadini stranieri hanno visitato l’Uzbekistan; le previsioni indicano che questa cifra arriverà a 2,525 milioni nel 2021.

Nel documento si prevede che il numero di alberghi aumenterà dalle 622 unità del 2016 alle 1036 unità nel 2021, e che le agenzie turistiche da 418 arriveranno a 565 nello stesso periodo di riferimento.

Il volume degli investimenti nel capitale dell’industria turistica del paese centrasiatico ha superato i 46,4 miliardi di soum nel 2016; per il 2021 saranno investiti i 75,8 miliardi di soum.

Il settore alberghiero avrà accesso a prestiti a lungo termine per la costruzione e l’ammodernamento delle proprietà.
È prevista l’introduzione di un sistema flessibile dei prestiti per il settore tramite la Banca Centrale. Secondo il nuovo sistema, i fondi saranno erogati per un periodo di 15/20 anni per la costruzione di alberghi e l’ammodernamento delle strutture esistenti. I termini di restituzione del prestito e dei relativi interessi, saranno determinati tenendo conto del capitale e dell’occupazione stagionale negli alberghi.

Fino al 1 gennaio 2022 le strutture alberghiere saranno esenti: dal contributo sociale per l’impiego di dirigenti stranieri; dall’imposta sul reddito delle persone fisiche; dall’imposta sul reddito degli professionisti stranieri coinvolti in qualità del personale dirigente dell’albergo.
Tra le altre misure contenute nella bozza della risoluzione figurano l’implementazione, nel settore alberghiero e altre strutture turistiche, di terminali Atm con sistemi di pagamento internazionale; la creazione di condizioni favorevoli per ricezione pagamenti in valuta estera.

Anna Lotti