UZBEKISTAN. Tashkent e Kabul cooperano sulla sicurezza

73

Uzbekistan e Afghanistan hanno firmato oltre 20 documenti e oltre 40 contratti export dopo i negoziati tra il presidente dell’Uzbekistan Shavkat Mirziyoyev e il presidente dell’Afghanistan Ashraf Ghani.

I due presidenti hanno firmato una dichiarazione congiunta per l’ulteriore rafforzamento della cooperazione bilaterale in campo politico, commerciale, economico; sono stati inoltre firmati una ventina di documenti volti a rafforzare ulteriormente la cooperazione nei settori politico, economico commerciale, degli investimenti, dei trasporti e delle comunicazioni, scientifico, dell’istruzione e in altri settori, riporta UzDaily.

Questi accordi includono documenti sulla creazione di una commissione congiunta sulle questioni della sicurezza, la fornitura di assistenza legale in materia civile, familiare e penale, la costruzione della linea ferroviaria elettrica Surkhan – Puli Khumri, Mazari Sharif – Sheberghan – Maymana – Herat, l’interazione nel campo del trasporto merci e doganali. Sono stati inoltre stipulati oltre 40 contratti di esportazione per un importo totale di oltre 500 milioni di dollari. Durante  gli incontri delle due delegazioni sono stati affrontati i temi sullo stato attuale delle relazioni tra l’Uzbekistan e l’Afghanistan e sulle priorità per lo sviluppo della cooperazione a lungo termine, nonché le principali questioni internazionali e di sicurezza regionale. Lo scorso ottobre ha segnato il 25esimo anniversario dello stabilimento delle relazioni diplomatiche tra i nostri paesi. 

La recente nomina del rappresentante speciale del Presidente dell’Uzbekistan sull’Afghanistan dimostra un desiderio reciproco di portare le relazioni bilaterali a un nuovo livello. Su iniziativa di Shavkat Mirziyoyev, è stata approvata infatti una road map per ulteriore sviluppo della cooperazione multilaterale. Sono stati compiuti i passi importanti per la ricostruzione dell’economia dell’Afghanistan: la recente apertura dei centri commerciali uzbeki nelle città di Kabul e Mazar i Sharif con un’esposizione permanente di beni denominata “Made in Uzbekistan”; la fornitura di prodotti alimentari, medicinali, attrezzature elettriche, materiali da costruzione a di altri prodotti; l’istituzione dell’hub di import-export Termez- Cargo nella regione di Surkhandarya, con le condizioni necessarie per il commercio reciproco. 

L’Uzbekistan, inoltre, aiuta lo stato confinante con forniture di elettricità, attraverso gli elettrodotti costruiti con la partecipazione delle società uzbeke. Nel novembre 2010, la società “Uzbekiston Temir Yullari” ha completato la costruzione della prima ferrovia in Afghanistan ” Hairaton- Mazari-Sharif” lunga 75 chilometri. Va notato, che l’inclusione dei percorsi situati sul territorio afgano nella nuova Via della Seta ne garantisce la piena integrazione nei progetti di trasporto e di comunicazione transregionali e comunicazioni regionali.

Anna Lotti