Uzbekistan, raffica di riforme in arrivo

14

UZBEKISTAN – Tashkent. 21/07/13. Parlamento all’opera in Uzbekistan, il 19 luglio, la Camera legislativa (Kengash) ha esaminato una serie di proposte di legge e di leggi in seconda lettura. Riforma del lavoro, istruzione obbligatoria fino a 12 anni, riforma sul private banking, IDE sono i disegni di legge discussi e poi approvati dal Senato, Oliy Majlis.

 

Tra i dispositivi di legge più interessanti quella sulla riforma del lavoro: «è stato sviluppata con l’obiettivo di migliorare ulteriormente il quadro giuridico e normativo per garantire l’occupazione, tenendo conto delle caratteristiche, le priorità e le prospettive di sviluppo socio-economico del paese, con ripercussioni per l’occupazione e adeguamenti a standard internazionali. Il disegno di legge prevede una garanzia supplementare per alcune categorie di persone, tra cui laureati, oltre a istituti di istruzione superiore speciali e professionali secondari, chiarisce il concetto di occupati, disoccupati, quali sono i compiti degli organi statali e altre norme che completano il quadro normativo in materia».  Il progetto di legge “Sulla introduzione di modifiche ed emendamenti al Codice del lavoro della Repubblica dell’Uzbekistan” è volto a rafforzare la sicurezza giuridica dei cittadini in materia di rapporti di lavoro, l’espansione dei servizi per l’impiego, l’introduzione di ulteriori misure di protezione per l’occupazione, soprattutto tra i giovani. L’adozione delle modifiche creerà le condizioni giuridiche necessarie per rafforzare lo Stato garantisce i diritti e gli interessi dei lavoratori e dei datori di lavoro.

Al vaglio anche il progetto di legge “Sul Registro di garanzia” che va a definire i meccanismi giuridici per la creazione di un Registro collaterale aziendale che servirà come base per escludere il bene ipotecato in caso di richiesta di prestiti o mutui ulteriori, e evitare così che la sua vendita avvenga illegalmente. 

Lo scopo principale della creazione del Registro di garanzia è quello di raccogliere informazioni per la concessione di un mutuo, la sua trasformazione e fornire informazioni dettagliate sui beni e le persone che li possiedono. Il disegno di legge è un database informativo unificato che contiene i record in formato elettronico sul verificarsi dei diritti delle persone fisiche e giuridiche in garanzia, nonché la loro modifica o cessazione. Dopo una ricca line-elemento di discussione dei deputati ha approvato la legge, che sarà inviato al Senato (Majlis) per ulteriori considerazioni.

Via libera anche al disegno di legge sulle ”modifiche ed integrazioni di alcuni atti legislativi della Repubblica di Uzbekistan in materia di Private Banking e alle istituzioni finanziarie e di controllo di sicurezza che «mira a portare alcune disposizioni della legislazione in conformità con la legge» sul Private Banking e finanza istituzioni e le garanzie della loro attività». A questo proposito, il disegno di legge prevede ispezioni di routine di banche e istituzioni finanziarie ogni 5 anni. Tutte le modifiche prevedono l’integrità e il sistema di regolamentazione giuridica dei rapporti connessi con il controllo statale delle banche private e istituzioni finanziarie.

In prima lettura invece la legge sugli IDE, investimenti diretti esteri, una legge che vuole rendere l’Uzbekistan più appetibile per gli investitori stranieri soprattutto nel settore ad alta tecnologia, il miglioramento del clima degli investimenti nel Paese, creando condizioni più favorevoli per gli investitori stranieri nel territorio dell’Uzbekistan. Le relative modifiche sono fatte per le leggi “sulle garanzie e le misure di tutela dei diritti degli investitori stranieri”, “sugli investimenti esteri”, “Sulla tariffa doganale” e il codice fiscale.

Istruzione obbligatoria fino a 12 anni. Aumentare la responsabilità dei genitori per i loro figli a ricevere una formazione obbligatoria di dodici anni.

Dopo ampia discussione, la Camera del Oliy Majlis legislativo approvato le principali disposizioni delle due leggi di cui sopra e le ha adottate in prima lettura con il punto di vista dei Deputati. Responsabilità del comitato preposto alla redazione dei documenti per l’esame in seconda lettura.