L’Uzbekistan della Lukoil

84

UZBEKISTAN – Tashkent 17/03/2014. Nel 2013, la società petrolifera russa Lukoil ha investito 660 milioni di dollari nella realizzazione di una serie di progetti inerenti il settore del gas in Uzbekistan.

Si tratta del 38 per cento in più rispetto al 2012, riporta il l’house organ Lukoil Overseas.
Allo stato attuale, Lukoil lavora sulla realizzazione di tre progetti in Uzbekistan in conformità con il Production sharing agreement(Psa)Kandim – Hauzak – Shady, sullo sviluppo del giacimento di Hissar, oltre che esplorare la parte uzbeka del Lago d’Aral, come partner del consorzio internazionale.
Il costo totale dei primi due progetti è di 4,34 miliardi di dollari, che comprendono i 3,146 miliardi per il progetto Kandim – Hauzak – Shady e l’1,196 miliardo di dollari per il progetto Hissar.

Il Psa sul progetto Kandim – Hauzak – Shady è stato firmato nel 2004 ed ha validità 35 anni. La produzione di gas nella zona Hauzak – Shady è iniziata nel 2007; la zona di West Shady ha iniziato la produzione alla fine del 2011 e dovrebbe essere operativa completamente entro il 2014 con un sostanziale aumento della produzione.
La società russa prevede di rendere operativi i campi Kuvachi e Alt nel 2014, sull’area uzbeka di pertinenza del gruppo Kandim, che ospita sei campi a gas condensato.
Lukoil prevede inoltre di rendere operativo il primo impianto di trattamento del gas (Gpp) nel 2014, con una capacità di trattamento di 1,5 miliardi di metri cubi di gas naturale all’anno.
Il Psa per il progetto Hissar è stato firmato nel gennaio 2007, validità 36 anni. Sette campi si trovano nella zona dell’appalto: Adamtash, Jarkuduk – Yangi Kizilcha, Gumbulak, Amanat e i condensati di gas e petrolio di Pachkamar Sud Kyzylbayrak e quello di Koshkuduk con riserve geologiche di circa 100 milioni di tonnellate di combustibile convenzionale. La produzione annuale di gas da questi campi dovrebbe attestarsi su un volume di 4,2 miliardi di metri cubi all’anno.
La produzione di gas da Hissar è iniziata alla fine del 2011 e si prevede una produzione annua di 1,1 miliardi di metri cubi.
Lukoil prevede di produrre almeno 18 miliardi di metri cubi di gas in Uzbekistan entro il 2016, secondo la società.
Lukoil è uno dei maggiori investitori stranieri in Uzbekistan: dal 2004, l’azienda ha investito più di 3 miliardi di dollari nell’economia del paese; la Lukoil Uzbekistan Operating Company (società controllata della Lukoil Overseas holding che rappresenta gli interessi della Lukoil nel settore internazionale del petrolio e del gas) è l’operatore dei progetti in Uzbekistan.