Gas uzbeko per Gazprom

5

RUSSIA – Mosca 04/01/2016. Gazprom nel 2016 intende aumentare gli acquisti di gas dall’Uzbekistan. Lo ha annunciato il Ceo della società russa, Alexei Miller.

Riporta Ria Novosti che alla richiesta di confermare se gli accordi con l’Uzbekistan, siglati alla fine di dicembre 2015, prevedessero un aumento degli acquisti di gas uzbeko, Miller ha detto: «Sì. Apprezziamo i risultati dei negoziati conseguiti con i nostri amici uzbeki (…) l’Uzbekistan è nostro partner affidabile nel settore del gas, e continueremo a sviluppare ulteriormente la nostra cooperazione (…) naturalmente, il volume degli acquisti di gas uzbeko quest’anno aumenterà». In precedenza sempre il 4 gennaio, la Turkmengaz aveva riferito che Gazprom Export aveva notificato la cessazione degli acquisti a partire dall’inizio del 2016 del gas naturale turkmeno. Per alcuni media locali si tratta di informazioni non ufficiali legate però all’aumento degli acquisti di gas dall’Uzbekistan. Gazprom e Turkmengaz hanno avuto una lunga trattativa per stabilire il prezzo di vendita del gas turkmeno alla società russa. In particolare, a metà 2015 Ashgabat aveva accusato Gazprom di non aver pagato i propri debiti alla Turkmengaz per i volumi di gas naturale turkmeno venduti. A giugno 2015 Gazprom aveva fatto appello per l’arbitrato di Stoccolma dopo il reclamo di Turkmengaz sulla revisione dei prezzi del gas. Nel corso del 2015, Gazprom riduce gli acquisti di gas turkmeno a 10 miliardi di metri cubi pagati 4 miliardi di dollari e intende sostituire questi volumi con altro gas. La cooperazione della società russa con i produttori di gas dell’Asia centrale è iniziata nel 2001 e comprende, in particolare, l’acquisto e l’organizzazione del transito del gas attraverso il territorio dell’Asia centrale. Nel 2014, Gazprom ha acquistato 29.52 miliardi di metri cubi di gas dall’Asia centrale, tra cui 10.980 milioni dal Turkmenistan, 7.380 milioni dall’Uzbekistan e 10.950 milioni dal Kazakhstan.