Uzbekistan sfida la crisi tagliando le tasse

57

UZBEKISTAN – Tashkent. 18/12/13. Approvato durante la sessione plenaria del Senato della Oliy Majlis il bilancio dello stato. Tra i punti all’ordine del giorno, i senatori hanno discusso e approvato il bilancio dello Stato della Repubblica di Uzbekistan per il 2014.

I senatori hanno fatto sapere che la crisi finanziaria ed economica globale in corso ha dato un valore d’orientamento strategico del bilancio dello Stato dell’Uzbekistan per il 2014, al fine di garantire la stabilità macroeconomica e alti tassi di crescita del PIL. Il bilancio punta alla formazione di un’economia diversificata e competitiva, migliorando ulteriormente il benessere e tenore di vita dei cittadini. Il bilancio dello Stato per il 2014 è progettato per soddisfare il concetto di un ulteriore approfondimento delle riforme democratiche e la formazione della società civile del paese, come pure l’attuazione delle principali priorità di sviluppo sociale ed economico del paese, come definito dal Presidente della Repubblica dell’Uzbekistan, Islam Karimov durante la riunione del governo del paese il 18 gennaio di quest’anno. Secondo i senatori, le principali priorità in materia di politica fiscale sono quelle di ridurre ulteriormente il carico fiscale per le imprese e le famiglie, semplificare il sistema fiscale, aumentare le entrate e rafforzamento dei bilanci locali, rafforzare le misure dell’amministrazione fiscale volte a l’evasione e l’elusione fiscale. Tra le misure più importanti per ridurre ulteriormente la pressione fiscale prevista la riduzione dell’aliquota di base dell’imposta sui redditi delle società dal 9 per cento all’8 per cento. Inoltre è prevista una riduzione per l’imposta sul reddito delle persone fisiche del tasso minimo di scala dei redditi che passerà dall’8 per cento al 7,5 per cento dello stesso ordine il trasferimento di fondi da una tassa sul reddito delle persone fisiche per un importo di un per cento di conti pensione individuali dei cittadini.

Durante la discussione, i senatori hanno sottolineato che il principale documento finanziario del paese è volto a preservare la tendenza di aumentare la spesa per i servizi sociali e il sostegno sociale della popolazione, un aumento dei finanziamenti per l’istruzione, salute, scienza, cultura e sport, compreso il finanziamento per la costruzione, la ricostruzione, la riparazione e l’allestimento edifici scolastici e di laboratorio università, palestre e luoghi di residenza per gli studenti. A scapito degli investimenti centralizzati sarà creato un fondo necessario per la costruzione di infrastrutture industriali e sociali, compresa la costruzione di strade, impianti idrici e le altre strutture sociali per le nuove aree residenziali in campagna.

I discorsi dei senatori, è stato sottolineato che le principali direzioni di politica di bilancio fiscale e, così come i parametri del bilancio dello Stato per il 2014 sono sostanzialmente in linea con le aree prioritarie di sviluppo socio-economico, programma strategico di ulteriore approfondimento delle riforme in tutte le sfere della società. Particolare attenzione è rivolta alle misure volte a mantenere alti tassi di crescita economica sostenuta, la costante attuazione di una politica di investimento attiva per accelerare lo sviluppo e la modernizzazione delle industrie, dei trasporti stradali e infrastrutture di comunicazione, nonché migliorare ulteriormente il contesto imprenditoriale, sostenendo le piccole imprese e l’imprenditorialità. Dopo la discussione, i senatori hanno approvato il bilancio dello Stato della Repubblica di Uzbekistan nel 2014 e adottato una risoluzione relativa.