Scende il costo del danaro uzbeko

43

UZBEKISTAN – Tashkent. 05/01/14. Il boari della banca centrale dell’Uzbekistan ha deciso di ridurre il tasso di rifinanziamento a partire dal 1 Gennaio, 2015 dal 10 a 9 per cento.

Fonte Trend che cita il sito della Banca Centrale dell’Uzbekistan. Come si legge dal sito della BCU, la decisione è stata presa «in base al livello di inflazione corrente e a quella attesa, per promuovere ulteriormente elevati tassi di crescita economica, e aumentare l’attività di investimento nel settore reale dell’economia». L’ Uzbekistan dal 2000 ha adottato un tasso del costo del danaro variabile che è stato modificato in base alla dinamica del livello di inflazione e alla domanda e l’offerta nel mercato monetario. Dal 1 ° gennaio 2014 il regolatore (Banca centrale) ha ridotto il tasso di rifinanziamento al dieci per cento annuo dal precedente dodici per cento. Dal 2006 ad oggi il costo del danaro in Uzbekistan è passato dal 14% al 9%.
Nel 2014 ha mantenuto l’inflazione al 7%, mentre l’inflazione per il 2015 è prevista tra 5.5 e 6.5 per cento. Il sistema bancario uzbeko ha attualmente 27 banche commerciali, delle quali tre sono le banche statali, quattro operano con partecipazione di capitale estero, 11invece sono istituti per azioni e nove sono banche private. Tra gennaio-settembre 2014, le banche uzbeke hanno visto implementare le attività totali dell’11,4 per cento rispetto ai dati per il 2013, o fino a 48.900 miliardi UZS, il portafoglio crediti è aumentato del 14,3 per cento a 30.300 miliardi UZS, il saldo delle banche depositi è aumentato di un punto percentuale a 26.800 miliardi UZS. Il capitale totale netto al 1 ottobre è pari a 6.600.000 milioni UZS o 1,5 per cento in più rispetto ai dati definitivi per il 2013. Il tasso di cambio ufficiale 5 gennaio è 2422,40 UZS / $ 1.