2014, cresce pil dell’Uzbekistan

69

UZBEKISTAN – Tashkent. 16/01/14. Secondo le previsioni, pubblicate recentemente nel rapporto della Banca Mondiale (BM), “Prospettive economiche globali”, nel 2014, l’economia Uzbekistan crescerà del 7%.

Allo stesso tempo, secondo i calcoli degli esperti della Banca, l’Uzbekistan occuperà il secondo posto nella crescita economica tra i paesi in Europa e in Asia centrale.

Il rapporto della Banca Mondiale ha rilevato che la prognosi globale è positivo per la regione: negli anni 2014-2016 si prevede una certa ripresa della crescita economica. Così, nel 2014 il tasso di crescita nella regione Europa e Asia centrale di stabilizzarsi al 3,5%, e poi aumentare gradualmente al 3,7% e 3,8% rispettivamente nel 2015 e nel 2016. Tuttavia, le previsioni per i paesi differenti variare, in quanto questi paesi hanno a che fare con diversi “set” di eventi esterni, politiche interne e problemi strutturali. Nonostante il fatto che il più probabile corso degli eventi rimane sotto la previsione di base per la regione a lungo termine ci sono una serie di rischi che possono modificare i risultati in basso. Primo fra tutti – rallentamento della ripresa economica nella zona euro, è particolarmente importante per i paesi con stretto rapporti commerciali e finanziari con i paesi membri della zona euro. Può essere un problema la stagnazione delle condizioni dei mercati finanziari globali e l’adeguamento caotico a tassi di interesse più elevati in questi mercati, e questo è particolarmente vero nei paesi dove il settore bancario è debole e il finanziamento di valori elevati di disavanzo delle partite correnti a scapito di investimenti di portafoglio, così come vi è un elevato livello di debito del settore privato. La minor crescita della Cina potrebbe influire negativamente anche su questi mercati. Secondo la Banca Mondiale quest’anno la crescita economica globale, confrontato con 2013 aumenterà del 0,8% nel 2014 al 3,2% e 3,4% e del 3,5% nel 2015 e nel 2016 rispettivamente.