Riforma bancaria uzbeka

13

UZBEKISTAN – Tashkent 12/12/2015. L’Uzbekistan riformerà il sistema bancario negli anni 2016-2020.

Lo ha annunciato, il 11 dicembre, la banca centrale del paese. La riforma prevede un ulteriore aumento dell’efficienza delle banche e del livello di intermediazione finanziaria per l’economia, il rafforzamento della stabilità finanziaria e di liquidità delle banche in conformità con gli standard internazionali, il miglioramento della qualità degli attivi bancari e del portafoglio crediti, l’ulteriore sviluppo del sistema di valutazione dei rischi delle banche in conformità con gli standard di Basilea III. La Banca centrale dell’Uzbekistan sta attualmente adottando misure per l’attuazione delle norme di Basilea III, in particolare quelle tese a migliorare la qualità del capitale, con un aumento graduale della regolamentazione all’adeguatezza patrimoniale minima. Tashkent prevede anche di aumentare gradualmente la percentuale minima di adeguatezza patrimoniale del primo livello dal 5 al 11 per cento prendendo in considerazione il “capital conservation buffer” del tre per cento del totale delle attività, ponderato per il valore del rischio. Dall’inizio del 2016 sarà attivo il programma che prevede l’inserimento del rapporto di attività liquide di alta qualità per un flusso di cassa netto per un periodo di prestazioni fino a 30 giorni, e dall’inizio del 2018, il coefficiente del rapporto tra la quantità disponibile di risorse finanziarie stabili per la quantità richiesta di stabile finanziamenti. Il documento della banca prevede anche misure per ampliare la gamma e la qualità dei servizi bancari per l’introduzione di tecnologie dell’informazione, per lo sviluppo di banche private e per ridurre la quota del governo nel capitale delle banche. Nel sistema bancario dell’Uzbekistan ci sono, infatti, 26 banche commerciali, di cui tre di stato, cinque con partecipazione di capitale estero, sette private e 11 azionarie. Secondo la Banca centrale, il coefficiente di adeguatezza patrimoniale del sistema bancario uzbeko è del 23,6 per cento, quasi 2,5 volte superiore rispetto agli attuali requisiti previsti dalle norme internazionali. Il livello corrente di liquidità delle banche è del 64,5 per cento, due volte superiore rispetto alle norme minime stabilite nella pratica internazionale.