Sale la raccolta assicurativa in Uzbekistan

53

UZBEKISTAN – Tashkent. 04/12/13. L’Agenzia di Informazione-rating SAIPRO ha pubblicato una recensione sulle compagnie di assicurazione in Uzbekistan stipulate nei primi 9 mesi del 2013.

Questo sondaggio è stato redatto nell’ambito del progetto “TOP 25”. L’Agenzia di Informazione-rating SAIPRO, ha attuato l’indagine in collaborazione con le compagnie di assicurazione, il programma è stato lanciato all’inizio del 2013. Lo scopo della “Top 25” è quello di soddisfare le esigenze del mercato assicurativo e le informazioni pubbliche sulle tendenze e gli indicatori del mercato assicurativo.

Al progetto hanno partecipato 21 società di assicurazioni, come, «Agro Invest Sugurta», «Alskom», «Asia Assicurazione», «Asko-Vostok», «DD General Insurance», «Euroasia Assicurazione», «Assicurazione Gross», «Hamkor Sugurta», «Ishonch», «Kafil Sugurta», «Kafolat», «Kapital Sugurta», «Madad», «O’zbekinvest Hayot», «Via della Seta Assicurazione», «Sugurta Uz», «Temir Yo ‘lSugurta», «Transinsurance più »,«Uzagrosugurta», «Uzbekinvest» e «Xalq Sugurta» .

Il fronte assicurativo uzbeco è diviso in due pilastri. «Licenza delle attività assicurative di assicuratori e broker assicurativi » (per lo più stirata di assicurazioni contro gli infortuni). E il secondo pilastro assicurazione per malattia. In molti casi però i due rami si combinano. Tra le assicurazioni più in voga in Uzbekistan quelle contro gli incendi e le catastrofi naturali. RCA auto, e la CASCO. Due le specializzazioni nel ramo assicurativo “vita”. Il primo si occupa di assicurare l’azienda (leggi INPS/INAIL ndr). Poi vi è il ramo assicurazione personale in combinazione con Classe I (Vita e rendite), II (matrimonio e nascita) e IV (assicurazione malattia).

Nei primi nove mesi del 2013 il volume di assicurazione personali ha raggiunto 17,7 miliardi soums, l’8,4% della quota di assicurazione totale. L’indicatore sui risultati dello stesso periodo del 2012 è pari a 15,3 miliardi soums, il 9,5% dei premi assicurativi complessivi.

Rispetto ai risultati dei primi 9 mesi del 2012, la raccolta sale del 15,6% in più per i premi assicurativi per l’assicurazione personali.